Gli ombrelloni occupano la spiaggia libera. Scatta il sequestro sullo Ionio

Durante un'operazione congiunta delle forze dell'ordine locali, sono stati apposti i sigilli all'attrezzatura lasciata dai bagnanti trasgressori a Torre Lapillo

Ombrelloni piazzati sulla spiaggia di Torre Lapillo

PORTO CESAREO –  Forze dell’ordine “unite” nella tutela della spiaggia libera. Un sequestro è scattato nella tarda serata di ieri, intorno alle 23, sul litorale di Torre Lapillo. I sigilli sono stati apposti a circa 85 ombrelloni piazzati da chissà quante ore da ignoti.

I carabinieri della stazione di Porto Cesareo, assieme ai militari della guardia costiera e alla polizia locale del borgo ionico hanno infatti eseguito un sopralluogo a seguito di numerosi esposti presentati nel corso degli ultimi giorni. Cittadini che hanno denunciato l’occupazione persistente di una porzione di spiaggia delle dimensioni di diverse migliaia di metri quadrati. I kit dei bagnanti trasgressori, composti anche da giochi per bambini e sdraio, sono stati “parcheggiati” sulla sabbia senza porsi scrupoli per gli altri bagnanti fruitori del mare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma, soprattutto, ignari di trasgredire un articolo del codice della navigazione che obbliga a rimuovere ombrelloni e attrezzature all’imbrunire, per lasciare l’area sgombra. Al momento le denunce sono scattate nei confronti di ignoti, stando a quanto si apprende da fonti ufficiali. I proprietari degli ombrelloni, per non incappare in conseguenze penali, non si sarebbero presentati per rivendicare il proprio ombrellone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • “Vai a casa mia e sposta tutto”. Ma vedono il messaggio e trovano la droga

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento