Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Prodotti ittici senza etichette e sottoposti a fermo. Ristorante e pescheria nei guai

Due attività commerciali sono incappate nei controlli dei militari della guardia costiera. In una trattoria della marina di Nardò, sono stati rinvenuti dieci chilogrammi di pesce congelato senza documentazione. In un magazzino della Città Bella, pesce spada prelevato in un periodo in cui non è consentito

Il materiale sequestrato dalla guardia costiera

SANTA MARIA AL BAGNO (Nardò) – I militari della guardia costiera di Gallipoli hanno ispezionato i locali del ristorante “Corallo”, a Santa Maria al Bagno, e rinvenuto dieci chilogrammi di prodotto ittico congelato, totalmente privo di etichettatura e documentazione relativa alla tracciabilità. Il pescato è stato immediatamente posto sotto sequestro, mentre per il titolare dell’attività è scattata una multa di mille e 500 euro.

Un altro intervento portato a segno dai militari è avvenuto a seguito di ulteriori accertamenti sul sequestro di pesce spada effettuato due giorni addietro, presso un magazzino della Città bella, specializzato nella commercializzazione  di specie ittiche.

Il personale ha, infatti, proceduto ad elevare un verbale di contestazione sia alla pescheria “La lampara” di Gallipoli, poiché aveva acquistato la specie ittica sottoposta a fermo pesca dal medesimo magazzino, nonché al comandante del peschereccio resosi responsabile della pesca del pesce spada. Un’infrazione che rientra nelle gravi mancanze statuite dalla Comunità europea, che è stata punita con l’assegnazione dei punti sia all’armatore che al comandante del l’imbarcazione. La Capitaneria di Porto di Gallipoli proseguirà con le verifiche sull’intera filiera della pesca, per la tutela del consumatori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prodotti ittici senza etichette e sottoposti a fermo. Ristorante e pescheria nei guai

LeccePrima è in caricamento