Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Alessano

Uno con 500 ricci, l’altro realizza piazzale coi rifiuti: in due nei guai

Un 24enne di Corsano e un uomo di Cursi denunciati dai forestali: nel primo caso, il prodotto ittico rigettato in mare

NOVAGLIE (Alessano) - Gli agenti del Corpo forestale dello Stato forestale di Tricase hanno elevato una sanzione amministrativa di 4mila euro nei confronti di un uomo di 24 anni di Corsano, che rientrava a bordo di una barca a Novaglie, nella porzione della marina di Alessano. E’ stato sorpreso con circa 500 ricci di mare vivi, appena pescati: una quantità superiore ai 50 al giorno a persona, permessi per la pesca sportiva. Sequestrato sia il prodotto ittico, che è stato rigettato in mare, e gli attrezzi utilizzati tra cui una muta, un paio di pinne, un retino, una maschera, una bombola da 18 litri e un erogatore.

E non è tutto. Gli agenti del comando stazione forestale di Maglie, infatti, hanno sequestrato nelle campagne di Melpignano, nei pressi strada statale 16, un’area di 1500 metri quadrati circa, all’interno della quale è stato realizzato un piazzale tramite lo smaltimento di rifiuti speciali non pericolosi, provenienti dalla lavorazione della pietra leccese.2-246-102

Gli scarti erano costituiti in gran parte da pezzi di pietra leccese di diverse dimensioni, mescolati a fascette di plastica per imballaggio, pezzi di ferro e di legno, teli in plastica, per una quantità totale pari a duemila metri cubi. Denunciato un uomo di Cursi, amministratore unico della ditta proprietaria del terreno, per smaltimento illecito di rifiuti speciali non pericolosi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uno con 500 ricci, l’altro realizza piazzale coi rifiuti: in due nei guai

LeccePrima è in caricamento