Cronaca

Sbancate dune nell’area vincolata: distruggono vegetazione per abbandonarvi rifiuti

Sequestro di 670 metri quadrati a San Foca e la denuncia del presunto responsabile di diversi reati ambientali. Nelle intenzioni, forse l’idea di realizzare un parcheggio

Ciò che resta delle dune

SAN FOCA (Melendugno) – Sbancano le tipiche dune costiere, con un notevole danno all’ecosistema. Un’area di 670 metri quadrati, sottoposta a vincolo paesaggistico, è stata posta sotto sequestro, nella giornata di ieri, a San Foca. I militari della guardia costiera, dopo un’attività di monitoraggio e diversi accertamenti, hanno apposto i sigilli al terreno, nella marina di Melendugno.

Dopo alcuni controlli demaniali, eseguiti attraverso rilievi fotografici e topografici dello stato dei luoghi, gli uomini della guardia costiera hanno potuto constatare come in una zona sottoposta a vincolo paesaggistico sarebbero avvenuti, senza alcuna autorizzazione, lo sbancamento di alcuni cordoni dunari, la distruzione della vegetazione costiera e l’abbandono di diverso materiale di tipo inerte.PRIMA SBANCAMENTO DUNE-2

I militari dell’Ufficio locale marittimo di San Foca, su disposizione del pm di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce, hanno posto sotto sequestro  tutta l’area interessata e proceduto alla denuncia del presunto responsabile per i reati di danneggiamento, distruzione o deterupamento di bellezze naturali, innovazioni non autorizzate in zone sottoposte a vincolo paesaggistico ambientale. Tra i sospetti degli investigatori vi è l’ipotesi che tutti i reati sarebbero stati commessi per poter realizzare, in futuro, un parcheggio per auto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sbancate dune nell’area vincolata: distruggono vegetazione per abbandonarvi rifiuti

LeccePrima è in caricamento