Cronaca

Servizio d'igiene a Martano: i sindacalisti si oppongono al taglio del personale

Fp Cgil, Fit Cisl, Uilt Uil, Fiadel Ugl contestano alcuni passaggi della nuova gara d'appalto e chiedono un incontro urgente al sindaco, per tutelare retribuzioni e posti di lavoro

Foto di repertorio.

MARTANO – Nervi tesi sul bando, valido per 24 mesi, per l’appalto dei servizi di igiene ambientale del Comune di Martano. Le segreterie sindacali di Fp Cgil, Fit Cisl, Uilt Uil, Fiadel Ugl hanno verificato le norme di gara fissate dal suddetto bando e sono pronte a mobilitarsi contro il presunto taglio del numero dei lavoratori.

I segretari Taurino, Mirarco, Nitto, Contaldo e Guerrieri hanno messo nero su bianco le proprie preoccupazioni in una lettera inviata al sindaco, al prefetto di Lecce e all’Anac.

“Ancora oggi non si capisce esattamente il numero delle ditte partecipanti alla gara – scrivono loro - ed è stato molto ampio il dibattito per le risorse limitate che sono state messe a disposizione, in contrasto con i numerosi servizi che invece sono aumentati. Il costo del personale è stato ridotto di 504 mila 168 euro rispetto alla somma stanziata nel bando precedente”.

“Le regole del bando riportano, a tutela degli impiegati part-time e con salari esigui, la salvaguardia delle condizioni di lavoro previste dal decreto legge 152 del 2006 e dal Contratto collettivo del settore igiene ambientale Fise/Assoambiente”,spiegano i sindacalisti.

Le problema è però un altro: “Anziché incrementare le prestazioni e gli stipendi, qualificando la gestione del servizio, è stata prevista la riduzione dell’organico di 2 unità. Ciò aggraverà sull’attuale organizzazione in cui già si registrano orari insufficienti e carichi di lavoro”.

Le organizzazioni sindacali, rappresentate da Taurino, Mirarco, Nitto, Contaldo e Guerrieri ribadiscono la loro contrarietà rispetto a queste decisioni ed in particolare si oppongono a qualsiasi sforbiciata sull’orario di lavoro e sul numero del personale per salvaguardare i diritti normativi e retributivi degli addetti al servizio.

I sindacati hanno dichiarato lo stato d’agitazione e richiesto un incontro urgente sulla vertenza al sindaco di Martano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizio d'igiene a Martano: i sindacalisti si oppongono al taglio del personale

LeccePrima è in caricamento