Cronaca Casarano

Sfruttamento della prostituzione, bulgaro identificato e arrestato

Intensa attività dei militari della Compagnia di Casarano che hanno bloccato a Melissano un 36enne colpito dalla misura cautelare per i fatti contestati a San Severo e che si era rifugiato nel Salento. Raffica di denunce. A Ugento pizzicati con armi detenute irregolarmente

CASARANO - L’intensa attività di controllo dell’ultima settimana da parte dei carabinieri della Compagnia di Casarano porta in dote un arresto e diverse denunce per evasioni dal regime degli arresti domiciliari, guida in stato di ebbrezza e possesso di sostanze stupefacenti.

Nello specifico nella giornata di domenica, i militari della stazione di Melissano hanno rintracciato ed arrestato un 36enne di nazionalità bulgara, Borislav Naydenov, perchè accusato del reato di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. I fatti contestati riguarda l’attività illecita accertata dai carabinieri della compagnia di San Severo a partire dall’aprile del 2019. Il provvedimento di custodia cautelare era stato disposto con provvedimento del Gip del tribunale di Foggia.

L’uomo rintracciato in quel di Melissano, una volta espletate le formalità di rito, è stato condotto nel carcere di Borgo San Nicola.

Controlli e denunce nel Casaranese 

I controlli a largo raggio nell’arco della settimana appena trascorsa hanno determinato la denuncia da parte dei militari della Sezione radiomobile del Nor della compagnia casaranese, di un soggetto, già agli arresti domiciliari, che proprio nella sua casa a Casarano è stato trovato in compagnia di altre persone estranee al suo nucleo familiare violando quindi gli obblighi imposti dall’autorità giudiziaria.

Denunce anche a Taviano perché un uomo, fermato durante un controllo alla circolazione stradale, e alla guida in evidente stato di alterazione per l’assunzione di alcol o droga, ha rifiutato il controllo dei test sanitari. Sottoposto a perquisizione è stato trovato in possesso di 17,5 grammi di marijuana. Denuncia scattata anche per una donna che, con la patente già sospesa, è stata trovata alla guida della sua vettura che le era stata consegnata in custodia in quanto posta sotto sequestro amministrativo.

Denunce anche dei militari della stazione di Melissano per un uomo che, trovato in possesso di modiche quantità di hashish, al fine di evitare conseguenze ha fornito false generalità. Un altro soggetto, sempre a Melissano, è stato deferito perché pur essendo agli arresti domiciliari si era allontanato dall’abitazione senza alcuna autorizzazione.

A Ruffano i carabinieri della stazione hanno denunciato un uomo perché anche in questo caso  alla guida in evidente stato di alterazione per l’assunzione di alcol o droga, ha rifiutato il controllo dei test. Un altro soggetto è stato invece sorpreso a cedere dosi di sostanza stupefacente e dopo la perquisizione è stato trovato in possesso di un grammo di marijuana.

A Taurisano la denuncia è scattata per un uomo che, a seguito di un controllo unitamente al personale tecnico dell’Enel presso la sua abitazione di residenza, è stato ritenuto responsabile di un allaccio abusivo riscontrato alla rete elettrica.   

Ed ancora a Ugento i carabinieri della stazione locale hanno denunciato due uomini che a seguito di una perquisizione personale e nell’auto sono stati sorpresi a detenere una pistola e una carabina giocattolo, prove però del tappo rosso. Un altro soggetto è stato beccato in casa con due pugnali e una stella da lancio tipo “ninja” con tre lame, detenuti illecitamente.

I militari della sezione operativa del Nor invece hanno provveduto a denunciare un altro soggetto

Trovato in possesso, seperatata in dosi, una quantità di 6,9 grammi di sostanza stupefacente tipo hashish e 0,4 grammi di cocaina. Anche nel territorio ugentino deferiti dai militari della sezione radiomobile due uomo perché anche loro alla guida, in evidente stato di alterazione per l’assunzione di alcol o droga, hanno rifiutato il controllo dei test. Nell’ambito dei controlli complessivi sono stati segnalati due giovani per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti e controllati 706 mezzi e 890 persone.

Largo raggio a Gallipoli 

Largo raggio anche nel territorio di competenza dei carabinieri della Compagnia di Gallipoli. Il bilancio indica 11 soggetti segnalati per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti, di uan denuncia per guida senza patente, due soggetti deferiti che hanno rifiutato il controllo dei test e altri sette perché trovati alla guida in stato di ebbrezza.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfruttamento della prostituzione, bulgaro identificato e arrestato

LeccePrima è in caricamento