Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Gallipoli

Sgomberato il Luna Park, parcheggio torna "libero"

Gallipoli, eseguite sotto il controllo dei vigili almeno una decina di ordinanze nell'ampia area di sosta del cimitero. Scadute le autorizzazioni. I giostrai "Pochi affari, volevamo una proroga"

Il luna park montato nel parcheggio di via Zacà... prima

GALLIPOLI - Dopo oltre due mesi di permanenza, via le giostre dal parcheggio del cimitero. E la zona adibita per la sosta dei veicoli e dei pullman torna libera e fruibile. In un paio di giorni, sotto il controllo degli agenti della polizia municipale di Gallipoli, sono state eseguite almeno una decina di ordinanze di sgombero dall'area sosta di via Francesco Zacà che hanno interessato i giostrai che avevano allestito il loro luna park su concessione da parte dell'amministrazione comunale. E bene chiarire: tutto in regola sino al 15 gennaio scorso, periodo entro il quale era prevista la scadenza delle relative autorizzazioni per l'occupazione del suolo pubblico da parte dei titolari delle attrezzature ludiche degli spettacoli viaggianti. Poi trascorso qualche giorno di lecita tolleranza, il Comune e i vigili urbani hanno provveduto ad avviare la procedura formale di sgombero.

Sulla scorta dei verbali di ispezione e di accertamento della violazione amministrativa dell'occupazione del suolo pubblico (autorizzazione scaduta appunto il 15 gennaio e non rinnovata dagli uffici comunali) sono state redatte le relative ordinanze di sgombero, ad horas, che hanno interesatto una decina di giostrai. I quali, onde evitare ulteriori spese per eventuali rimozioni o provvedimenti di sequestro delle apparecchiature e dei rimorchi, hanno dato seguito al provvedimento nel giro di un paio di giorni. Gli stessi giostrai, ai primi richiami e alle avvisaglie bonarie da parte degli agenti della municipale avevano obiettato di aver chiesto una proroga per poter continuare a svolgere la loro attività in quel sito, approfittando anche del miglior manto delle condizioni del tempo. Proroga che a quanto pare non è stata formalizzata e da qui il provvedimento di sgombero. Con qualche "giustificazione" di alcuni giostrai che riferiscono: "Visto che alcune giornate di maltempo non ci hanno consentito di lavorare e con i guadagni magri che abbiamo racimolato, confidavamo di rimanere qualche altra settimana in questa zona e magari sfruttare il periodo delle festività del Carnevale. Volevamo in buona sostanza una proroga compensando con le giornate in cui non abbiamo aperto le giostre".


Tempo scaduto dunque, e il parcheggio del cimitero almeno per ora è stato "liberato" (ma nella zona a breve potrebbe trovare allocazione qualche tendone da circo). La vicenda ripropone l'annosa questione della definitiva ubicazione in terra gallipolina degli spettacoli viaggianti (luna park, circo e simili) sollevata ultimamente anche dal capogruppo Pd in Consiglio comunale, Antonella Greco che aveva sottolineato la necessità di trovare una soluzione onde evitare l'occupazione e la destinazione per altri usi dell'area parcheggio di via Zacà. Una vecchia ipotesi parlava della sistemazione in una zona della nuova area mercatale di via Alfieri, ma la posizione non congeniale e la futura progettazione di un centro fieristico per ora hanno fatto tralasciare tale indicazione. In alcuni riunioni tecniche e delle commissioni competenti in Comune si è parlato invece più concretamente del terreno che si affaccia dirimpetto al parcheggio del cimitero, sempre in via Zacà. Ma non prima di aver messo in sicurezza la zona nei pressi del trincerone ferroviario e "ammortizzato" i mugugni di qualche residente delle abitazioni di via Udine e dintorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgomberato il Luna Park, parcheggio torna "libero"

LeccePrima è in caricamento