Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Si confida con l'amico dell'ex, ma viene stuprata: inflitti 6 anni di reclusione

Emessa la sentenza all'esito del processo abbreviato nei riguardi di un 29enne residente a Galatina, tutt'ora in carcere per l'episodio avvenuto l'8 gennaio del 2024 in casa della giovane vittima

GALATINA - Era stata lasciata con un sms e non poteva immaginare che alla delusione d’amore, che le aveva spezzato il cuore, avrebbe fatto seguito un fatto ben più drammatico: l’amico dell'ex, al quale aveva aperto le porte di casa sperando di ottenere chiarimenti e maggiori informazioni proprio sulla decisione inaspettata del fidanzato di abbandonarla e lasciare al contempo anche l’Italia, avrebbe approfittato sessualmente di lei.

A nulla sarebbero serviti i tentativi della malcapitata, poco più che maggiorenne, di allontanare l’ospite, una volta palesate le sue reali intenzioni.

L’episodio risale all’8 gennaio del 2024, e per questo individuo, un 29enne residente a Galatina (di cui non forniamo le generalità per tutelare la privacy delle persone coinvolte), accusato di violenza sessuale aggravata perché commessa con abuso di ospitalità, è arrivata la condanna: sei anni di reclusione, più il pagamento di un immediato risarcimento del danno pari a 20mila euro alla vittima, che si era costituita parte civile con l’avvocata Nunzia Di Geusa.

A emettere la sentenza è stato oggi il giudice per l’udienza preliminare del tribunale di Lecce Angelo Zizzari, al termine del processo abbreviato. La pena inflitta è stata dunque calcolata con l’applicazione dello sconto di un terzo previsto per la scelta del rito speciale.

Non appena saranno depositate le motivazioni, l’imputato (tutt’ora in carcere per questa causa) valuterà il ricorso in appello con l’avvocato difensore Giampiero Tramacere.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si confida con l'amico dell'ex, ma viene stuprata: inflitti 6 anni di reclusione
LeccePrima è in caricamento