Dopo lo scacco alla banda di rapinatori, preso il latitante: si costituisce

Il 64enne foggiano, destinatario della misura cautelare assieme ad altri sette individui, si è presentato questa mattina presso il carcere del capoluogo dauno

Chiodi seminati dalla banda.

FOGGIA – Dopo lo scacco alla banda, preso anche il latitante. Si è costituito nelle ultime ore l’ottavo individuo coinvolto nell’assalto al portavalori del gennaio 2018. Ciro Imperio, 64enne originario del capoluogo dauno, si è infatti presentato questa mattina presso il carcere di Foggia. Si tratta di uno dei componenti del gruppo che, nella giornata di ieri, è stato destinatario di una misura cautelare dopo le indagini condotte dalla squadra mobile di Brindisi.

Grazie alla collaborazione con i colleghi della città del Tavoliere, i poliziotti hanno messo fine alla latitanza dell’uomo, coinvolto nel grave episodio di oltre due anni e mezzo addietro, ai danni dell’istituto di vigilanza “Cosmopol”. Il blindato fu infatti bloccato dai malviventi lungo la strada statale che collega Lecce a Brindisi, all’altezza di Tuturano.

Con i passamontagna sul volto, fucili e kalashnikov fra le mani, seminarono il panico fra le guardie giurate, lanciando anche chiodi a quattro punte durante la fuga. La violenta rapina andò in fumo grazie al controllo che riuscirono a mantenere i dipendenti dell’agenzia di sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

Torna su
LeccePrima è in caricamento