menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si filma mentre abusa del figliastro sordomuto: fissato l’incidente probatorio

Sarà disposta una perizia psicodiagnostica nei riguardi del ragazzo che per anni avrebbe subito violenze dal nuovo compagno della madre, finito in carcere lo scorso luglio

MONTERONI DI LECCE – Avrebbe abusato del figliastro, affetto da sordomutismo e da un deficit cognitivo, in casa, approfittando dell’assenza della moglie, oppure in un casolare di campagna, sotto la minaccia che se avesse riferito delle violenze, l’avrebbe picchiato. Ma non finisce qui. Lo scorso luglio, l’indagato, un 48enne di Monteroni, finì in carcere anche con l’accusa di aver ripreso col cellulare uno dei rapporti sessuali non consenzienti avuti con la vittima, inviando il filmato ad alcuni utenti.

E’ questa la storia raccontata dalle indagini avviate dal pubblico ministero Giorgia Villa dopo che ai carabinieri fu consegnato un cd contenente proprio il video “incriminato” e altri tre porno che l’uomo aveva spedito via chat ad una ragazza conosciuta su Facebook (risultata poi inesistente).

Adesso l’inchiesta è arrivata a un punto decisivo, perché nelle scorse ore il giudice Sergio Tosi ha accolto la richiesta avanzata dal pm di procedere con una perizia psicodiagnostica nei riguardi del ragazzo, finalizzata ad accertare la sua capacità a testimoniare. L’incarico sarà affidato a un esperto nell’incidente probatorio che si terrà il 15 dicembre. Nel caso in cui l’esame sarà positivo, le dichiarazioni del malcapitato in merito agli episodi oggetto d’indagine (che vanno dal settembre del 2016 allo scorso aprile), saranno cristallizzate e usate come prova in un eventuale processo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento