Si intrufola in casa, scatta allarme e arrivano vigilantes. Ladro in fuga a mani vuote

Il fatto poco prima delle 22 di ieri in via Einstein a Surbo. L’autore e l’auto con cui è giunto nella zona immortalati dal sistema di videosorveglianza

SURBO - Mancavano una manciata di minuti alle 22 quando nella serata di ieri un individuo, dopo aver forzato una finestra, si è intrufolato furtivamente in un’abitazione di via Einstein a Surbo. Chiaro il suo intento di portare via qualcosa di valore approfittando dell’assenza dei proprietari. Ma appena messo piede in casa, è scattato subito l’allarme collegato con la sala operativa del Consorzio vigilanza di Surbo.

Una pattuglia si è subito recata sul posto in maniera celere mentre nel contempo venivano contattati i proprietari. Una volta sul posto i vigilantes hanno effettuato un controllo all’interno dell’abitazione e si è subito riscontrato che qualcuno si era introdotto in casa, forzando un infisso. Lo stesso malintenzionato poco prima, una volta scattato l’allarme, si era dovuto evidentemente  dileguare in fretta prefigurando l’arrivo delle guardie giurate e dei proprietari. Dall’abitazione non ha fatto in tempo a portare via nulla.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dalla visione delle registrazioni del sistema di videosorveglianza è stato immortalato il soggetto, travisato con un cappuccio di un giubbottino, sospettato di aver tentato il furto, poi fallito, nell’abitazione e l’auto con la quale ha raggiunto via Einstein. L’episodio è stato segnalato e ora al vaglio dei carabinieri della stazione locale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento