Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Porto Cesareo

Si lancia dal camion in corsa e abbandona la refuritva

Tallonato dai carabinieri di Porto Cesareo la notte scorsa un ladro ha abbandonato il furgone con dentro macchinari rubati a San Pancrazio, facendo perdere le sue tracce fra buio e pioggia battente

A fari spenti nella notte, e nonostante la pioggia battente. O una follia, o qualcosa di molto losco, o comunque entrambe le cose. Quando una pattuglia dei carabinieri della stazione di Porto Cesareo di ronda sulla San Pancrazio-Torre Lapillo ha incrociato sulla corsia opposta quel camion Fiat Talento, han fatto immediatamente dietro-front per seguirlo e fermarlo. Per tutta risposta, il conducente del camion, vista la manovra della pattuglia, ben sapendo di non poter andare troppo lontano, ha studiato una mossa imprevista e senz'altro rischiosa: prima ha aumentato la velocità per guadagnare più terreno possibile, poi si è lanciato fuori per scappare nel buio a piedi, tra il fango dei campi circostanti. In tutto questo, il mezzo, ormai abbandonato a se stesso, ha concluso la sua corsa abbattendosi contro un albero di ulivo.


Dove sia sparito quell'uomo, nessuno può dirlo. I militari non hanno notato altre auto nelle vicinanze e, grazie all'oscurità ed alla pioggia, è riuscito a far perdere le proprie tracce. Nell'autocarro, invece, i carabinieri hanno rinvenuto macchinari ed attrezzi risultati rubati quella stessa notte all'interno di un'azienda di San Pancrazio Salentino: una motozappa Agrimac, una sega circolare, una scopatrice a motore, una pompa per vaporizzatore ed una cernitrice a motore agganciata al rimorchio. Tutta la refurtiva, per un valore di diverse migliaia di euro, è stata restituita al legittimo proprietario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si lancia dal camion in corsa e abbandona la refuritva

LeccePrima è in caricamento