Cronaca

Si tuffa e batte la testa in acqua: rischia la paralisi

Una serata di festa si tinge di dramma: un turista francese di 24 anni urta la testa dopo un tuffo e si frattura le vertebre cervicali. Trasportato al "Fazzi", ora rischia l'uso degli arti inferiori

Ambulanza_Otranto

OTRANTO - Batte la testa in tuffo e ora un giovane francese rischia la paralisi: forse una goliardata, un salto nell'acqua non ben calcolato, un tonfo rovinoso che si trasforma in un dramma d'estate, nelle acque di Otranto. Accade ad Alimini, sulle spiagge del "Club Med", Otranto, dove Damien Motten, turista francese, ospitato nella struttura, dopo una serata di festa, ha deciso di calarsi in acqua con la sua fidanzata, per il più classico dei bagni di mezzanotte.

Ma questo desiderio rischia di costare molto caro al malcapitato turista, vittima di un attimo d'istinto che lo ha catturato, convincendolo ad entrare in acqua forse in maniera frettolosa, improvvisando un tuffo a testa in giù, senza doverosi accorgimenti. Il ventiquattrenne non si è reso conto di essersi buttato in un punto di acqua molto bassa, battendo violentemente la testa sul fondale. Un urto terribile che lo ha tramortito, facendogli perdere per qualche secondo i sensi, sotto la massa sabbiosa sollevatasi.

Accortasi dell'accaduto, la fidanzata, nonostante il panico iniziale, ha provveduto a lanciare l'allarme, raccolto dagli stessi ospiti della struttura turistica, accorsi in acqua per portare sulla battigia il corpo del ragazzo. Sul luogo, sono successivamente arrivati i sanitari del 118 di Otranto, con a bordo il personale medico, pronti a prestare i primi soccorsi: il ragazzo, sul bagnasciuga, aveva riacquistato piena coscienza, lamentando tuttavia un dolore forte nella zona del collo. Per i sanitari, un segnale preoccupante, arricchito dalla constatazione della oggettiva difficoltà del ragazzo a muovere le gambe.


Così è stato predisposto l'immediato trasporto presso l'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce: anche qui, le condizioni del giovane sono apparse gravi, in quanto, nell'impatto, parrebbe accertata la frattura delle vertebre, sin dalla cervicale. Un brutto colpo che sembrerebbe seriamente compromettere l'uso degli arti inferiori, che rischiano la paralisi permanente. Il se è d'obbligo, ma ogni minuto senza positive evoluzioni, rappresenta una cattiva notizia. Sul posto dell'incidente, sono poi sopraggiunti per tentare una ricostruzione dei fatti gli agenti del locale commissariato di polizia di Otranto. tutta da chiarire l'esatta dinamica dell'accaduto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si tuffa e batte la testa in acqua: rischia la paralisi

LeccePrima è in caricamento