rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Cronaca Centro / Via Xxv Luglio

Sicurezza estiva, incontro in prefettura. "Dalla prevenzione, all'azione"

Il prefetto di Lecce ha incontrato tutti i vertici locali delle forze dell'ordine, gli esponenti politici e i sindaci dei comuni rivieraschi, per sviscerare i temi legati alla sicurezza circolare dei cittadini, nei mesi estivi

LECCE - Hanno discusso delle iniziative legate alla sicurezza - in senso lato - dei cittadini, nella stagione estiva appena cominciata. Il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza, si è riunito attorno al tavolo della Prefettura, per scongiurare,  in maniera "sinergica e circolare", che il traffico stradale, o il divertimento balneare e del sabato sera, possano tradursi in un problema.

Erano presenti, tra gli altri, il prefetto, Giuliana Perrotta, il questore leccese, Vincenzo Carella, il presidente della Provincia,  Antonio Gabellone e l'assessore ai Trasporti, Bruno Ciccarese,  oltre aii vertici locali delle forze dell'ordine. Non solo dell'Arma dei carabinieri e del suo portavoce, il colonnello Maurizio Ferla, ma anche il comandante provinciale dei Vigili del Fuoco, Michele Angiuli. E ancora, dei rappresentanti del Dipartimento di prevenzione dell’Asl di Lecce, del comandante della capitaneria di porto di Gallipoli,  Achille Selleri, e di quello della guardia di finanza, il colonnello Vincenzo Di Rella. Dalla prevenzione, effettuata nei pesi primaverili, ora intendono passare all'azione. Non ad una stretta, non ad una repressione, hanno tenuto a specificare, ma al contenimento di tutte quelle irregolarità che si diffondono nel perido estivo. Così, il comportamento diligente di un giovane che rifiuta la guida in stato di ebberezza, si tradurrà persino in biglietti gratutiti per la discoteca preferita.

Gli aspetti sviscerati hanno riguardato non solo la sicurezza stradale (nel 2011, ha fatto sapere Maurizio Ferla, sono state 3mila e 700 le patenti ritirate e  50mila le contravvenzioni rilevate dai carabinieri, che si sono occupati del 44 per cento degli incidenti)  scottante argomento delle ultime ore, ma anche la prevenzione agli incendi boschivi, la lotta contro l'abusivismo edilizio e quella dichiarata alla scarse condizioni igieniche di alcune strutture ricettive. Ma se la  sicurezza è "circolare", non è possibile tralasciare temi come quelli legati  ai furti che, durante il periodo estivo, tendono a moltiplicarsi non solo negli appartamenti, ma anche sulle spiagge, ai danni di villeggianti autoctoni e dei numerosi turisti. Il caldo torrido, una vera emergenza, deleterio per le fasce deboli,  anziani in primis, è un altro degli argomenti frazionati nel corso dell'incontro in cui, di fatto, si è tenuto principalmente conto dei borghi marini.

I sindaci dei comuni rivieraschi salentini, infatti, sono stati ricevuti dal prefetto, per ideare una serie di interventi utili, infrastrutturali e non. Per scongiurare il pericolo incendi, non solo si impegnerà l'ente provinciale alla pulizia dei cigli delle principali arterie, per esempio, ma "Sarà utile che ogni cittadino, segnali anche la prima avvisaglia di fumo al numero di emergenza 115", ha dichiarato Giuliana Perrotta. "Che ognuno di noi si faccia sentinella  e portavoce, allertando le forze dell'ordine davanti ad un individuo sospetto, ad una colonna di fumo o  ad altri, eventuali tipi di anomalie". Per quanto riguarda la sicurezza stradale, sono stati incrementati i servizi di vigilanza, prevenzione e contrasto delle condotte di guida più a rischio, in un’azione integrata che vede impegnate tutte le forze di polizia.

Saranno rafforzati i controlli nelle ore notturne, con l’utilizzo di  etilometri e precursori  per un sempre maggiore contrasto della guida in stato di ebbrezza alcolica e sotto l’effetto di stupefacenti.Ogni criticità dovrà essere segnalata al Cov, presso la Prefettura, che già segue da tempo alcuni tratti stradali a rischio – come la discussa Sp 340 che collega Porto Cesare aTorre  Lapillo - promuovendo gli interventi di messa in sicurezza ed i controlli per il rispetto dei limiti.  I servizi saranno attivati lungo le arterie viarie di collegamento con le località di ritrovo dei giovani, sugli itinerari verso i locali di divertimento e soprattutto in prossimità delle discoteche coinvolte nell’iniziativa. Saranno distribuiti dalle pattuglie di polizia ingressi gratuiti per il successivo  weekend, per premiare comportamenti virtuosi, E, a tutti i frequentatori delle discoteche, verranno distribuiti gratuitamente alcoltest per decidere, liberamente, se mettersi alla guida.

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza estiva, incontro in prefettura. "Dalla prevenzione, all'azione"

LeccePrima è in caricamento