Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Motori e sicurezza: rischio squalifica e maxi sanzione per chi viola il codice

Dal 3 giugno la 49esima edizione, solo il giorno prima sarà possibile provare il circuito. Monito ai partecipanti: "Rispettare le regole, i luoghi e i residenti"

LECCE – La ricognizione del percorso delle prove speciali del Rally del Salento sarà possibile solo nella giornata festiva del 2 giugno e in determinate fasce orarie, dalle 10 alle 18 e dalle 19 alle 22, sempre nel rispetto delle norme del codice della strada.

A un mese dall’inizio della 49esima edizione del Rally del Salento, valido come terza prova del Campionato italiano Wrc, la segreteria organizzativa della competizione lancia un monito ai partecipanti insieme alla pubblicazione dei documenti di gara. E lo fa solo pochi giorni dopo quanto accaduto a margine del 23esimo Rally Città di Casarano: due iscritti, che stavano provando con vetture private, sono stati coinvolti in incidenti stradali, uno nei pressi di Patù e l’altro tra Salve e Morciano di Leuca. Oltre ai sinistri, sono state registrate dai numeri di emergenza anche diverse telefonate di cittadini che segnalavano condotte di guida estremamente pericolose lungo quelli che sarebbero stati poi i tracciati della prova.

L’organizzazione del Rally del Salento, in collaborazione con le forze dell’ordine, predisporrà il monitoraggio delle strade interessate dalla competizione: il rischio è quello di subire non solo le ordinarie sanzioni amministrative cui vanno incontro i conducenti irrispettosi delle regole, ma anche la mancata ammissione alla gara, il deferimento al giudice sportivo e un’ammenda di 5mila euro: “Il rally è un patrimonio non solo sportivo che deve essere salvaguardato  dagli addetti ai lavori, rispettando le regole, i luoghi e i residenti perché la corsa sia solo un momento di festa”.

Il programma della gara.

L’edizione numero 49 del Rally del Salento inizierà ufficialmente venerdì 3 giugno con lo shakedown previsto sulla Serra di Giuggianello a precedere  il doppio confronto cronometrico che si disputerà tra l’imbrunire e la tarda serata lungo le stradine che lambiscono i comuni di Martignano, Zollino e Martano e lungo il tracciato del Circuito Internazionale Karting La Conca di Muro Leccese. Due prove tecniche che rientrano dopo qualche anno a far parte del programma della gara e che precederanno quelle “tradizionali”  di Santa Cesarea,  Specchia e Palombara, previsti nella giornata successiva.

Piazza Mazzini, a Lecce, sarà come di consueto il riferimento per la cerimonia di partenza e di arrivo mente il centro sportivo La Conca, sulla Maglie-Otranto, fungerà da quartier generale della manifestazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Motori e sicurezza: rischio squalifica e maxi sanzione per chi viola il codice

LeccePrima è in caricamento