menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pista di collaudo, sindacati ancora in attesa della bozza di accordo

A cinque settimane dall'incontro del 21 marzo in Regione, non è ancora pervenuto il testo che dovrà essere sottoposto all'assemblea dei lavoratori

LECCE – I sindacati che hanno partecipato alla task force regionale con l’azienda Porsche Engineering che gestisce la pista collaudi di Nardò, attendono da settimane che la Regione Puglia invii la bozza di accordo raggiunto nella riunione del 21 marzo al fine di sottoporlo alla valutazione dei lavoratori la cui pazienza sembra intanto essere arrivata al termine.

Il testo di quell’incontro è stato spedito dopo una settimana ma i rappresentanti sindacali di Fiom Cgil (Annarita Morea), Nidil Cgil (Daniela Campobasso, Fim Cisl (Maurizio Longo), Felsa Cisl (Elena De Matteis) e Uil-Temp (Piero Fioretti), si sono accorti di alcune omissioni ma anche della necessità di apportare integrazioni. Il testo emendato non è ancora stato recapitato.

I sindacati sbottano: “Nonostante i nostri reiterati appelli, anche per operare integrazioni e modifiche a quell’accordo, su suggerimento dei lavoratori stessi, l’ente regionale lascia tutti in una situazione di stallo, pur consapevoli che la bozza richiesta, ormai da più di un mese, è propedeutica all’assemblea dei lavoratori interessati, da troppo tempo in attesa di una soluzione alla propria condizione di precarietà e difficoltà”.

“Il sindacato confederale, in assoluta solitudine, continua a dimostrare in questa vertenza grande senso di responsabilità verso i lavoratori e il territorio, ci saremmo aspettati la stessa sensibilità da parte delle istituzioni che dovrebbero, in prima linea, dare risposte alle famiglie e al contesto territoriale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento