Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Smaltimento illecito di rifiuti, controlli a tappeto: in quattro nei guai

Diverse sono state le operazioni congiunte, negli ultimi giorni, di polizia provinciale e comando della forestale. A Felline colto in flagranza un operaio mentre scaricava rifiuti in un recinto chiuso. A Gallipoli fermato un camion. A Presicce scovata per caso piante di cannabis

LECCE – Reati ambientali e un’insolita sorpresa: alcune rigogliose piante di marijuana vicino al depuratore comunale di Presicce. I coltivatori sono riusciti a fuggire, ma la cannabis è stata estirpata.

Diverse sono state le operazioni congiunte, negli ultimi giorni, di polizia provinciale e comando della forestale. Gli uomini guidati rispettivamente da Antonio Arnò e Jacopo Ristori, hanno perlustrato il basso Salento, per verifiche a contrasto dei reati ambientali.

Gli agenti hanno colto in flagranza un 58enne di Melissano, operaio di una ditta edile di Racale, mentre stava abbandonando in un terreno nelle campagne intorno a Felline, frazione di Alliste, rifiuti provenienti da demolizioni. Li stava trasportando con un autocarro.

L’uomo è stato denunciato insieme al titolare e legale rappresentante della ditta edile di Racale per cui lavora; allo stesso modo, deferito un operaio che ha consentito l’accesso al terreno per lo smaltimento illecito aprendo un grosso lucchetto posto sulla rete che cinge il fondo.

Il magistrato di turno, Massimiliano Carducci, ha disposto anche il sequestro del terreno per gli accertamenti ambientali.

Nei pressi di Gallipoli, invece, gli agenti hanno intercettato su strada un altro autocarro che trasportava rifiuti edili. Bloccato il mezzo per un controllo, hanno scoperto che l’autista del mezzo O.M., 40enne titolare di un’impresa edile gallipolina, era sprovvisto dei titoli abilitativi per il trasporto di rifiuti. Dunque, non avrebbe mai potuto effettuare lo smaltimento dei rifiuti trasportati a norma di legge.

“Quest’ennesima operazione - spiega il comandante della polizia provinciale, Arnò -, è il frutto di un’intensa attività di collaborazione tra le forze di polizia giudiziaria ambientale, coordinate direttamente dalla Procura. E’ utile richiamare l’attenzione di tutti gli operatori ad eseguire correttamente le procedure di raccolta, deposito e smaltimento di rifiuti, per evitare di avere discariche a cielo aperto che deturpano un territorio che, soprattutto nel periodo estivo, ha una vocazione fortemente turistica ed offre paesaggi e scenari apprezzabili da tutti i visitatori”.

I servizi di tutela ambientale, in effetti, si sono intensificati negli ultimi, e in particolare nelle località turistiche. Attenzione particolare è riservata alle ditte che operano nel settore della pulizia delle fosse settiche (i cosiddetti auto spurghi) e nell’edilizia.

Trovata anche marijuana a Presicce

In tutto ciò non è mancata una sorpresa: gli agenti hanno individuato piante di cannabis nelle campagne di Presicce, nei pressi del depuratore comunale. Si sono insospettiti dal passaggio di un’auto, a bordo della quale c’erano due individui. Questi si sono subito allontanati quando hanno notato forestali e funzioni della polizia provinciale. Ed è bastata una semplice perlustrazione per scovare cinque vasi con piante di marijuana, nascosti dietro una vecchia pajara all’interno di un oliveto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smaltimento illecito di rifiuti, controlli a tappeto: in quattro nei guai

LeccePrima è in caricamento