menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Smontano pannelli della recinzione del parco. Colpo a metà, l’ira del vicesindaco

All’origine del gesto presso il Parco Rio a Maglie un tentativo di furto o un atto vandalico. Dopo la segnalazione di un cittadino all’amministratore la denuncia ai carabinieri

MAGLIE - I contorni della vicenda non sono ancora del tutto chiari, ovvero se si sia tratto di un furto in piena regola, e portato a compimento solo parzialmente, o se di un atto vandalico fine a se stesso dettato da chissà quale recondite motivazioni della mente umana.

Di certo c’è che nella tarda serata di ieri, complice l’oscurità, qualcosa di anomalo è accaduto lungo il perimetro del Parco del Rio di via Gallipoli in quel di Maglie e dopo una segnalazione di un cittadino rivolta al vicesindaco Marco Sticchi è subito partita la segnalazione ai carabinieri della stazione e della compagnia di Maglie che hanno effettuato un sopralluogo.   

Ignoti infatti hanno smontato, di sana pianta, i pannelli metallici della recinzione di protezione dell’area del parco. Alcune lastre metalliche sembra che siano state portate via, mentre altre sono state abbandonate sul posto, accatastate alle falde del muro perimetrale. E’ possibile che gli autori del gesto, o tentato furto, disturbati o per paura di essere scoperti o riconosciuti, abbiano poi deciso di desistere, cagionando comunque un danno alle strutture pubbliche.

“Ieri sera ho avuto notizia del furto di alcuni pannelli della recinzione del Parco Rio ad opera di ignoti. Ancora una volta qualcuno privo di ogni senso civico ha perpetrato un gesto a danno del patrimonio della nostra comunità” rende noto il vice sindaco del Comune di Maglie, Marco Sticchi, “le telecamere noi le mettiamo, ma da sole non bastano ad arginare questi episodi se la città non reagisce. Per quanto mi riguarda ho informato tempestivamente i carabinieri dell’accaduto e ho sollecitato affinché, pur tra i mille impegni, si intensifichino i controlli sul territorio, in quanto non vorrei che passasse il messaggio che ognuno può fare ciò che vuole perché rimane impunito”.

“Sento, comunque il dovere di ringraziare i carabinieri della Compagnia di Maglie per l’apporto assicurato in questa come in altre circostanze” conclude Sticchi, “nel contempo esorto tutti i cittadini a collaborare, adottando un comportamento più responsabile verso ciò che è patrimonio della città. Allo stesso tempo mi auguro che tutti facciano il proprio, anche vigilando, in nome del senso civico che deve contraddistinguere la comunità cittadina. Proprio come ha fatto il nostro concittadino che voglio ringraziare pubblicamente, sebbene voglia restare anonimo, per avermi  informato subito dell’accaduto”. Indagini sono in corso per risalire agli autori del gesto.  


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento