Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Matino

Sms erotici inviati alla figlia, a processo un 61enne

La Procura di Livorno ha fissato per il prossimo 30 luglio il processo su un caso di presunto stalking che vede protagonista un 61enne di Matino, che avrebbe importunato sua figlia, di 33 anni

LIVORNO - La Procura di Livorno ha fissato per il prossimo 30 luglio davanti al Tribunale della sezione distaccata di Cecina, il processo su un caso di presunto stalking che vede coinvolto un 61enne originario di Matino. I fatti sarebbero avvenuti tra il settembre del 2008 ed il febbraio dello scorso anno e tutto nasce sulla scorta di una denuncia presentata dalla figlia dell'uomo, nel giugno dello scorso anno, direttamente in Procura e poi integrata da un secondo esposto presso il commissariato di polizia di Cecina.

Fatti che non sarebbero nuovi, tanto che già in passato, l'uomo, avrebbe importunato la figlia, operaia di 33 anni, mostrandole le parti intime e incitandola a guardarlo, fino ad essere condannato ad otto mesi di reclusione. In seguito avrebbe iniziato ad importunarla anche con messaggi roventi e telefonate dello stesso tenore. Sulla scorta delle indagini, la squadra mobile di Lecce, nel novembre dello scorso anno, ha fatto applicare un'ordinanza di misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla figlia, emessa dal gip presso il Tribunale di Livorno, Paola Caporali, su richiesta del pm Massimo Mannucci.

Nel corso dell'interrogatorio di garanzia, avvenuto per rogatoria presso il gip di Lecce, Antonio Del Coco, l'indagato, difeso dall'avvocato Sergio Santese, ha respinto tutte le accuse proclamandosi innocente. Nello stesso periodo la squadra mobile di Lecce ha proceduto al sequestro preventivo del telefono cellulare del 61enne, su ordine del gip livornese. Il legale ha impugnato il provvedimento cautelare, ma il Tribunale del riesame di Firenze, nell'udienza del 9 dicembre scorso, ha ritenuto fondata la misura ai danni del presunto stalker.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sms erotici inviati alla figlia, a processo un 61enne

LeccePrima è in caricamento