menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le ricerche sullo Ionio.

Le ricerche sullo Ionio.

Gommone trascinato via dal vento, ma l'allarme rientra: nessun disperso

L’allarme è stato lanciato in mattinata, sullo Ionio, da una bagnante che ha notato il canotto prendere il largo. Sommozzatori e guardia costiera sul posto

TORRE PALI (Salve) – Una bagnante ha lanciato l’allarme, in mattinata, notando un gommone di piccole dimensioni prendere il largo a causa delle raffiche di vento di Maestrale. Si era pensato che fossero due dispersi, un uomo e una donna, trascinati dalla corrente, ma con lo scorrere delle ore l'emergenza è rientrata. Quasi certamente, un falso allarme. 

Le ricerche, comunque, sono partite subito nello specchio d’acqua fra Torre Pali e Lido Marini, nel territorio di Salve. A occuparsene, guardia costiera e dei vigili del fuoco. Non si poteva lasciare certo nulla d'intentato. 

Le motovedette, inviate sia dall’Ufficio locale marittimo di Santa Maria di Leuca, sia da quello di Torre San Giovanni, hanno pattugliato per ore le acque di quella porzione dello Ionio alla ricerca dei due, presunti dispersi. Presunti perché, a parte il canotto rovesciato al largo di Torre Pali, nessuno ha notato la coppia di passeggeri a parte la cittadina che ha allertato i soccorsi.

Del resto, a distanza di tempo, non è stata registrata alcuna denuncia da parte di eventuali parenti e, nel frattempo, il titolare del natante è stato anche rintracciato: il gommone, legato con delle funi nel porticciolo, aveva a bordo un paio di braccioli per bambini. Non è dunque escluso che i galleggianti possano essere stati confusi per delle teste umane da chi ha osservato il mare da lontano.

Le ricerche sono state condotte anche sott’acqua, con i sommozzatori del 115. Al lavoro anche gli operatori della protezione civile e un elicottero della Polizia di Stato che ha sorvolato l'area per fornire supporto, al fine di scongiurare la presenza dei misteriosi scomparsi. Nel primo pomeriggio, infine, su indicazione della capitaneria di porto, l'assembramento si è quasi del tutto sciolto. Anche i vigili del fuoco hanno fatto rientro alla base e sul posto è rimasta solo una motovedetta della guardia costiera. In buona sostanza, ha preso il sopravvento la teoria più accreditata: non è mai esistito alcun disperso.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Salento da zona gialla: 81 nuovi casi ogni 100mila abitanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    La questura informa: proroga permessi di soggiorno

  • Cucina

    Trìa, pasùli e mùgnuli: la ricetta della signora Laura

  • Fitness

    Rassodare il seno, ecco gli esercizi da fare

Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento