Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Soldi, sesso ed equivoci. E nei guai finisce un medico

Grottesca vicenda: un medico brindisino 54enne a Lecce denuncia in questura una ragazza dominicana. "Mi ha rubato 50 euro". Ma la giovane tira fuori una versione molto diversa. E mostra un occhio nero

questura-lecce-2

LECCE - Una cosa è certa. Per un bel po' E.R., 54enne medico brindisino, si terrà a distanza dagli uffici della questura. C'era infatti andato nella serata di sabato 12 settembre, a Lecce, per denunciare quello che lui ha definito un furto a suo danno, n'è uscito fuori indagato a piede libero per calunnia, minacce, e lesioni. La paradossale vicenda nasce da una storia a dir poco equivoca, che l'autorità giudiziaria dovrà sbrogliare. Per ora, l'indagato è solo lui, il professionista brindisino che alla polizia s'era rivolto per denunciare una donna di colore.

Tutto ha avuto inizio sabato scorso, come si diceva, quando in serata, presso la questura, s'è presentato il 54enne, dichiarando che dal suo portafogli avevano preso il volo 50 euro e spiegando come tale volo fosse riconducibile alle mani di una ragazza di colore. Il medico ha proseguito nella sua versione, dichiarando che dopo essere uscito da un negozio dove aveva fatto degli acquisti, era stato avvicinato dalla ragazza la quale, cercando di muoverlo a pietà, gli aveva chiesto 1 euro per poter mangiare. Secondo il racconto, E.R. avrebbe a quel punto aperto il suo portafogli per dare la moneta, ma proprio mentre era intento a cercarla, con destrezza la ragazza gli aveva sfilato i 50 euro, tenuti con un ferma soldi. Scappata a piedi, sarebbe entrata in un'abitazione del centro, con lui alle calcagna. Nonostante l'inseguimento, il medico ha sottolineato di non essere riuscito a bloccarla sulla porta: la donna lo avrebbe respinto con forza.

Tutto questo, sarebbe avvenuto giusto pochi minuti prima e pensando quindi che si fosse ancora in tempo utile per rintracciare la presunta ladra, una volante è stata inviata presso l'indirizzo indicato. Dopo qualche tempo, presso gli uffici della questura è così spuntata una giovane proveniente dalla Repubblica Dominicana, scovata dagli agenti e condotta perché raccontasse la sua versione dei fatti. Che, sorpresa, sorpresa, è stata diametralmente opposta. Si sarebbe così chiarito che la donna, dopo aver stipulato un regolare contratto d'affitto, ha aperto un centro di fisioterapia, pubblicizzato anche tramite inserzioni pubblicitarie. La ragazza ha dichiarato anche di essere stata contattata nella mattinata da un uomo, con il quale aveva pattuito una prestazione professionale in cambio della somma di euro 50 euro, fissando l'orario dell'appuntamento per la serata.

La giovane ha anche spiegato anche che l'uomo l'avrebbe richiamata appena giunto da Brindisi per avere maggiori indicazioni sul luogo da raggiungere, e che, una volta entrato all'interno dell'abitazione, e pagato in anticipo il corrispettivo pattuito, è stato fatto accomodare sul lettino predisposto per i massaggi. A questo punto però, il medico si sarebbe rivolto a lei chiarendo, con fare anche aggressivo ed utilizzando termini offensivi, che sarebbe stata sua intenzione ottenere un rapporto di natura sessuale. Soddisfatto o rimborsato. Nel senso che in caso contrario, non avrebbe esitato a riprendere i soldi indietro. Durante tale fase, il medico avrebbe anche ripetutamente minacciato la donna, fino a colpirla con un pugno all'occhio destro, motivo per il quale la giovane è stata condotta presso il pronto soccorso. Il referto parla di una prognosi di 4 giorni, salvo complicazioni.


Gli immediati accertamenti di riscontro alle dichiarazioni rese dalle due parti, e che ha riguardato anche la consultazione dei telefoni cellulari di entrambi, avrebbe definito la dinamica dei fatti, inchiodando alle personali responsabilità il medico. Il quale, dopo, aver avvisato il pm di turno, è stato denunciato a piede libero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soldi, sesso ed equivoci. E nei guai finisce un medico

LeccePrima è in caricamento