Sopralluogo dell'Enpa: trovati cani stipati dentro box fatiscenti

Un beagle e due segugi italiani sono stati sequestrati. Due animali non avevano nemmeno microchip. Denunciato un 82enne di Ruffano. Il controllo s'è svolto nelle campagne di Supersano. E non è la prima volta in quel luogo

SUPERSANO – Un beagle, due segugi italiani e una volpe. Quest’ultima, esposta a mo’ di trofeo, morta da mesi. Praticamente imbalsamata e fissata su una pedana di legno. E’ l’inquietante ritrovamento fatto dagli agenti di polizia giudiziaria zoofila dell’Enpa di Lecce nelle campagne di Supersano. Inquietante, perché i tre cani erano tenuti in condizioni igieniche a dir poco precarie, in box fatiscenti (praticamente, ruderi in tufo e lamiera, con grate di fortuna) in uno spazio ristretto, tra i loro escrementi e parassiti fra il pelo. E sono così scattati sequestri e denunce per maltrattamenti di animali.

Non è la prima volta che il proprietario di un terreno agricolo, un 82enne di Ruffano (anche se l’area in questione, come detto, è in agro di Supersano) viene “pizzicato” dall’Enpa. In passato, sempre qui, le guardie zoofile avevano trovato ben cinque coppie di cani da caccia, maschi e femmine, tutti stipati in vari box. Evidentemente, per accoppiamenti. Una delle ipotesi è che ci si possa trovare davanti a una sorta di commercio non autorizzato. Anche perché sarebbe l’unico motivo per giustificare, ogni volta, la presenza di tanti cani.   

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nell’ultimo episodio, quello in questione, un cane è peraltro risultato di proprietà di una persona terza. E le indagini, da questo punto di vista, sono ancora in corso. Altri due animali, invece, pur non avendo un microchip, sono stati rivendicati dall’82enne. I cani, dopo il sequestro, sono stati affidati in custodia all'associazione Spes di Matino, da tempo in prima fila nel sensibilizzare l’opinione pubblica sui diritti e il benessere degli animali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul lavoro, muore a 35 anni schiacciato da una macchina saldatrice

  • Intervento di riduzione dello stomaco, muore in casa dopo un malore

  • Cinque tamponi positivi al Covid-19, due per residenti in provincia di Lecce

  • Cerca di riparare l’antenna in casa dei suoceri, poi precipita dal tetto: muore un 60enne

  • Tenta rapina nel market, ma il cassiere reagisce. Arrestato dopo la fuga

  • Fermato per strada trema davanti ai carabinieri. In casa aveva marijuana

Torna su
LeccePrima è in caricamento