Sorpresi a tagliare legna all'interno del Parco, in due denunciati per furto

Le guardie zoofile di Nardò hanno colto sul fatto due persone mentre tagliavano con una motosega un tronco di ulivo

LECCE – Approfittando delle imminenti festività sono entrati in azione, credendo forse di agire indisturbati. Non hanno fatto i conti con le guardie zoofile di Nardò, che questa mattina hanno scoperto due individui residenti a Copertino intenti a tagliare con una motosega un tronco di ulivo per ricavarne della legna, il tutto all’interno della riserva naturale orientata regionale “Palude del Conte Duna Costiera”.

I due soggetti si sono introdotti con un’autovettura all’interno del Parco, nascondendola tra la macchia mediterranea. L’auto non è sfuggita agli occhi attenti delle guardie zoofile Aeop di Nardò, che erano sul posto proprio per svolgere un servizio mirato di vigilanza ambientale finalizzato alla tutela del paesaggio naturale, in quanto già vittima durante le feste natalizie del taglio di alcuni alberi per ricavarne della legna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le guardie seguendo il rumore della motosega sono arrivati nel punto esatto dove i due erano all’opera per tagliare un tronco di un albero di ulivo che si trovava tra la folta macchia mediterranea. Sul posto sono poi arrivati i carabinieri della stazione di Porto Cesareo, che hanno proceduto al sequestro della motosega e di un’ascia. I due autori sono stati denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica di Lecce e dovranno rispondere di furto e danneggiamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • “Vai a casa mia e sposta tutto”. Ma vedono il messaggio e trovano la droga

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Colpo in testa e via con i soldi: portiere dell’hotel aggredito per rapina

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento