Sorpresi con alcuni grammi di cocaina, ai domiciliari due giovani incensurati

Si è conclusa con l'arresto in flagranza di reato di due giovani incensurati l'ennesima operazione dei carabinieri della stazione di Specchia finalizzata al contrasto e alla repressione dei reati in materia di stupefacenti

LECCE – Si è conclusa con l’arresto in flagranza di reato di due giovani incensurati l’ennesima operazione dei carabinieri della stazione di Specchia finalizzata al contrasto e alla repressione dei reati in materia di stupefacenti. In manette sono finiti Giuseppe Macrì, 26enne di Ruffano; e Stefano Schito, 20enne di Supersano.

Tutto è nato nel tardo pomeriggio di ieri quando una pattuglia della stazione di Specchia, durante un normale servizio preventivo di perlustrazione, ha notato un’autovettura ben nota con a bordo due assuntori di cocaina residenti nel comune di Miggiano. L’auto si dirigeva verso Taurisano. I militari, insospettiti, hanno seguito i due con l’ausilio di un secondo equipaggio in abiti civili, pedinandoli sino all’abitazione di Macrì. I due, dopo una rapida visita al 26enne, si sono allontanati in auto.

La pattuglia in uniforme li ha quindi bloccati e perquisiti: in tasca nascondevano un involucro in cellophane di colore bianco con all’interno  una dose di un grammo di cocaina, e un involucro dello stesso tipo contente circa mezzo grammo.

MACRI' GIUSEPPE-3Macrì poco dopo ha incontrato Schito nel cortile antistante all’abitazione, che con un gesto fulmineo gli ha ceduto qualcosa. I due sono stati poi fermati dai carabinieri. Nel corso del controllo e della successiva perquisizione personale a carico di Schito, sono stati rinvenuti due contenitori in plastica (tipo ovetti Kinder) uno di colore giallo e uno di colore arancione, rispettivamente contenenti 14 dosi e7 dosi di sostanza stupefacente, verosimilmente del tipo cocaina, successivamente quantificati in grammi 17 circa, che lo stesso nascondeva nella mano sinistra.

SCHITO STEFANO-3Il tipo di confezionamento dello stupefacente era lo stesso della cocaina sequestrata precedentemente ai due miggianesi. A casa di Macrì i carabinieri hanno trovato una dose di un grammo di cocaina già confezionata; materiale vario atto al taglio e al confezionamento dello stupefacente tra cui ovetti “kinder” dello stesso tipo di quelli sequestrati; 570 euro in banconote di vario taglio, ritenute provento dell’attività illecita. Invece, presso l’abitazione dello Schito: materiale vario atto al taglio e al confezionamento dello stupefacente; e una scatola vuota di un bilancino di precisione elettronico. I due sono stati arrestati rispettivamente per vendita e detenzione di stupefacenti e per detenzione ai fini di spaccio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Concluse le formalità di rito entrambi gli arrestati sono stati accompagnati presso le proprie abitazioni in regime degli arresti domiciliari così come disposto dal magistrato di turno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento