menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sorpreso a rubare nell'abbazia evade dai domiciliari: due arresti di fila

Un 58enne di Leverano trovato dentro Santa Maria a Cerrate di notte. Ma al mattino era già in giro. Al quel punto è finito in carcere

LECCE – Da casa era sparito per tutto il giorno. Damiano Tarantino,  58enne di Leverano, è stato ritrovato in piena notte molto lontano da lì e diverse ore dopo. Nientemeno che nella storica abbazia di Santa Maria di Cerrate, patrimonio affidato al Fai fin dal 2012, e durante le piccole.

Si era introdotto furtivamente poco dopo mezzanotte. Ma l’allarme è scattato e sulla strada che collega Squinzano a Casalabate, è arrivato un vigilante dell’istituto Ggs La Velialpol. Il quale ha subito notato la recinzione aperta e il vetro della porta d’ingresso rotto. Ha chiamato i carabinieri e il responsabile e, durante un sopralluogo all’interno, è stato scovato Tarantino. Si era nascosto sotto un tavolo.

I carabinieri della stazione di Lecce Principale gli hanno contestato il furto. Sembra che intendesse portare via un pc e i soldi in contanti del registratore di cassa. La refurtiva, recuperata, è stata restituita. Mentre l’uomo è finito in arresto, ai domiciliari. 

Il guaio è che qualche ora dopo, era già fuori di casa. Come nulla fosse, alle 9 del mattino ha chiuso la porta dietro di sé e si è rimesso in cammino. Per essere poco dopo acciuffato dai carabinieri dell’aliquota radiomobile del Norm  di Campi Salentina. L’hanno sorpreso a girovagare dentro Leverano, in via Sindaco Caracciolo. E dopo che gli è stata contestata anche l’evasione, è finito in carcere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento