rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Cronaca

Sorpreso con hashish ed "erba", il resto era in casa: arrestato per spaccio

Un ragazzo di origine albanese di 21 anni, Klindi Giata, è stato arrestato la scorsa notte intorno alle 23 dai poliziotti del Reparto prevenzione crimine con l'accusa di detenzione di fini di spaccio di stupefacenti. Era all'esterno di un locale ed ha manifestato molta agitazione

LECCE – Un ragazzo di origine albanese di 21 anni, Klindi Giata, è stato arrestato la scorsa notte intorno alle 23 dai poliziotti del Reparto prevenzione crimine con l’accusa di detenzione di fini di spaccio di stupefacenti.

Gli agenti si trovavano in centro, e si sono fermati a controllare gli avventori di un locale. Fra questi, uno era seduto su uno sgabello all’esterno, e pare abbia manifestato agitazione all’arrivo degli agenti. Continuava a girarsi su se stessa, toccandosi sempre all’altezza del fianco destro, tanto da finire per attirare su di sé l’attenzione degli agenti che a un certo punto hanno temuto nascondesse qualche arma.

Si è così deciso di procedere a una perquisizione, durante la quale all’interno della tasca destra dei pantaloni è spuntato un sacchetto di cellophane trasparente contenente quattro pezzetti di hashish per 6,20 grammi circa, un altro grammo circa di marijuana e 95 euro.

La perquisizione è stata estesa in casa del giovane. Nel cassetto del comodino accanto al letto della sua stanza, c’era un sacchetto di cellophane trasparente, contenente due panetti e un pezzo di hashish, per 182,70 grammi, e un bilancino di precisione digitale. Il ragazzo è stato sottoposto ai domiciliari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpreso con hashish ed "erba", il resto era in casa: arrestato per spaccio

LeccePrima è in caricamento