Cronaca

Sorvegliato speciale "scomparso": lo rintracciano tranquillo nell'osteria

Un 48enne di Diso forse non aveva preso troppo sul serio la misura a cui era stato sottoposto. E così, è finto ai domiciliari

La caserma dei carabinieri di Tricase.

SPONGANO - Nel corso della notte i carabinieri della stazione di Spongano hanno arrestato in flagranza, per violazione degli obblighi riguardanti la sorveglianza speciale, Antonio Arseni, 48enne di Diso. 
Tutto è nato durante un controllo di routine di cittadini sottoposti a varie misure dell’autorità giudiziaria, attività intensificata di recente dai comandi della compagnia in funzione preventiva.

Ebbene, i militari di Spongano, hanno rilevato l’assenza di Arseni da casa, in un orario in cui non avrebbe potuto allontanarsi.

ARSENI Antonio.-2Avviate le ricerche dell’uomo, dopo aver pattugliato le vie del centro di Diso, alla fine l’hanno rintracciato nei pressi di un’osteria del paese. Era assolutamente rilassato e tranquillo, forse non non prendendo con la giusta dose di serietà le prescrizioni alle si sarebbe dovuto attenere dal marzo scorso.

Così, dall’ambiente sicuramente più godereccio dell’osteria, è stato trascinato in quello decisamente più austero della caserma della compagnia di Tricase, dove, svolti tutti gli accertamenti, è stato fotosegnalato e dichiarato in arresto. E riaccompagnato a casa, ai domiciliari. Con l’obbligo, ovviamente, di restarvi.

Si tratta di un’attività di prevenzione e di controllo, quella dei carabinieri di Tricase, in particolare proprio nei confronti di individui sottoposti a sorveglianza speciale, che proseguirà con intensità anche nelle prossime settimane, specie nelle aree urbane e nelle località più affollate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorvegliato speciale "scomparso": lo rintracciano tranquillo nell'osteria

LeccePrima è in caricamento