menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sospensione degli eventi al Gallipoli Resort, il Tar respinge il ricorso

Il presidente del Tribunale amministrativo ha rigettato l'istanza presentata dai legali della società “Musicaeparole srl” di Bari

LECCE – Il Tar di Lecce ha respinto il ricorso presentato dalla società “Musicaeparole srl” di Bari nei confronti del provvedimento emesso dal questore di Lecce, Leopoldo Laricchia, di sospensione per 15 giorni delle attività di “trattenimenti danzanti ed attrazioni varie” svolta nelle pertinenze scoperte del complesso turistico Gallipoli Resort dalla stessa società. I legali della società hanno presentato richiesta di emissione di un provvedimento cautelare presidenziale. Il ricorso giustificava la necessità del decreto d’urgenza con il verificarsi del danno economico derivante dalla chiusura dell’attività nel periodo di ferragosto.

Il presidente del Tribunale amministrativo regionale, ritenendo le motivazioni del provvedimento emesso dall’autorità provinciale di pubblica sicurezza pienamente legittime e confacenti alle finalità perseguite dalla legge, e cioè la prioritaria tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, ha rigettato l’istanza cautelare.

Nello specifico il decreto presidenziale si è soffermato sulla circostanza, ben evidenziata dal questore nel provvedimento impugnato, relativa all’utilizzo di personale di supporto, in occasione dell’evento musicale dello scorso 1 agosto, gravato da precedenti penali, che “assume una valenza significativa in tema di compatibilità dell’attività svolta con le esigenze di tutela dell’incolumità dei cittadini”. Inoltre, la gravità dei fatti criminosi avvenuti durante la notte compresa tra il 1 ed il 2 agosto, un arresto in flagranza per spaccio, l’accoltellamento di uno degli operatori addetti alla sicurezza e il ferimento dello stesso autore dell’accoltellamento, ha pienamente giustificato l’emissione urgente del provvedimento di sospensione dell’attività, senza consentire alla società di difendersi nell’ambito del procedimento amministrativo. L’udienza collegiale in camera di consiglio è stata fissata per il 4 settembre prossimo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento