Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Sosta selvaggia e parcheggiatori abusivi, raffica di denunce e sequestri

Continuano i controlli delle forze dell'ordine sul litorale jonico salentino. Per un parcheggio per camper fuori norma che sorge nel Parco Naturale di Ugento, è scattato l'ennesimo sequestro e denunciato un 33enne

 

UGENTO – Continuano i controlli delle forze dell’ordine sul litorale jonico salentino. Ancora una volta, all’attenzione delle forze di polizia è finito un parcheggio per camper fuori norma che sorge nel Parco Naturale di Ugento, per cui è scattato l’ennesimo sequestro con denuncia a piede libero di un 33enne, titolare di una struttura ricettiva sita nella marina di Torre San Giovanni. L’uomo è stata segnalato alla Procura della Repubblica di Lecce dai militari della tenenza della guardia di finanza di Casarano e dagli agenti di polizia del commissariato di Taurisano per la mancanza delle autorizzazioni afferenti l’impianto di recupero, stoccaggio e smaltimento dei reflui liquidi dei numerosi camper in sosta.

Le forze dell’ordine hanno poi esteso l’operazione di controllo a diverse aree adibite al parcheggio di autoveicoli situate lungo la fascia costiera ugentina, a ridosso degli stabilimenti balneari. Sono stati individuati e fermati tre parcheggiatori, uno dei quali operante senza alcun titolo autorizzativo, che in modo illegale, ovvero in forma arbitraria e senza attenersi alle legge vigenti, utilizzava delle aree ricavate all’interno delle pinete, Senza titolo-1-9-12chiedendo agli automobilisti ed ai centauri 3 euro per il parcheggio dei loro mezzi.

Il servizio si è concluso con il sequestro di una cospicua somma di denaro, provento dell’attività illecita, la contestazione di sanzioni sino a tremila euro e la segnalazione alla competente autorità amministrativa dei tre responsabili, un 22enne ed un 37enne entrambi di Ugento ed una 39enne residente a Ruffano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sosta selvaggia e parcheggiatori abusivi, raffica di denunce e sequestri

LeccePrima è in caricamento