Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Sotto l’effetto di alcol e droga, picchiò madre e poliziotti: condannato un 38enne

E’ di un anno e mezzo di reclusione la condanna inflitta a un uomo accusato di maltrattamenti in famiglia, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. E’ in carcere dal 10 gennaio scorso

LECCE - Sotto l’effetto di sostanze stupefacenti e di alcol, in più circostanze, avrebbe inveito contro l’anziana madre, affetta da patologie cardiache, anche prendendola a schiaffi e a calci alla schiena e al ventre, e in una circostanza avrebbe picchiato anche due poliziotti intervenuti in soccorso della malcapitata.

Per tutti questi episodi, avvenuti dal novembre 2020 fino al 10 gennaio, giorno del suo arresto in carcere, l’uomo, un 38enne leccese (di cui omettiamo le generalità nel rispetto della privacy della vittima), è stato condannato a un anno e mezzo di reclusione.

La sentenza è stata emessa dal giudice per l’udienza preliminare (gup) Michele Toriello, al termine del processo discusso con il rito abbreviato, nel quale l’imputato era difeso dall’avvocato Luciano De Francesco.

Le accuse di cui rispondeva erano di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale.

La violenza sarebbe cresciuta nel mese di novembre 2020, tanto che un giorno la signora a causa dell’atteggiamento del figlio con il quale condivideva lo stesso appartamento, accusò un malore che rese necessario l’intervento di un’ambulanza del 118 con conseguente trasporto nell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce.

Le aggressioni inizialmente sarebbero state solo verbali, consistite in offese, insulti e minacce di morte, ma in seguito sarebbero sfociate in a vere e proprie aggressioni fisiche che avrebbero toccato l’apice proprio il 10 gennaio scorso, quando la donna fu colpita al volto con uno schiaffo e presa a calci con una forza tale che finì a terra. Nonostante tutto, riuscì a chiedere aiuto alla polizia e gli agenti giunti in casa, nel tentativo di proteggerla, furono a loro volta presi a calci, ma alla fine strinsero le manette ai polsi del 38enne e lo accompagnarono nel penitenziario di “Borgo San Nicola”, dove è tuttora recluso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sotto l’effetto di alcol e droga, picchiò madre e poliziotti: condannato un 38enne

LeccePrima è in caricamento