Cronaca Gallipoli

Sovraffollamento ed evasione fiscale, i finanzieri fanno “visita” a 39 case vacanza

Dalle prime verifiche svolte nelle località balneari di “Baia Verde” e “Lido San Giovanni”, a Gallipoli, le fiamme gialle hanno riscontrato la presenza anche di 10 turisti in singoli appartamenti che per dimensioni (60 metri quadrati) avrebbero potuto ospitarne non più di 4

GALLIPOLI - Sono 39 gli appartamenti “visitati”, in due distinte circostanze, dai finanzieri della compagnia di Gallipoli, nelle località balneari di “Baia Verde” e “Lido San Giovanni”, della città bella, e all’interno dei quali è stata riscontrata la presenza di 212 turisti, provenienti da ogni parte d’Italia e anche da diversi paesi esteri, disposti a pagare dai 1.500 ai 5mila euro a settimana per l’affitto di ogni singola unità abitativa.
Dalle prime verifiche - disposte nell’ambito dei controlli amministrativi e fiscali sulle locazioni turistiche estive, coordinati dal comando provinciale di Lecce della Guardia di Finanza - è emerso che in alcune di queste abitazioni soggiornassero anche gruppi di dieci persone, nonostante la superficie abitabile, di poco più di 60 metri quadrati, avrebbe consentito di accogliere non più di quattro individui. 
Ma gli accertamenti proseguiranno e riguarderanno il rispetto dei requisiti igienico-sanitari imposti dal decreto ministeriale del 1975 e dall’ordinanza comunale numero 172 del 2017 di divieto di sovraffollamento degli alloggi, che prevede nel caso di superamento dei parametri di densità abitativa (rapporto tra numero di inquilini e superficie abitabile) l’irrogazione di una sanzione amministrativa di 350 euro per ogni persona in più, oltre all’emanazione di un’ordinanza di sgombero anche coattivo dei locali sovraffollati.
Per alcune posizioni si procederà, inoltre alla segnalazione all’Asl e all’ufficio tecnico comunale di competenza per la verifica delle condizioni igienico-sanitarie degli ambienti occupati e della loro agibilità.
Sono in corso di approfondimento gli aspetti fiscali connessi all’assolvimento degli obblighi tributari previsti per le locazioni turistiche, attraverso l’analisi della copiosa documentazione acquisita dai rispettivi proprietari o dalle agenzie intermediarie.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sovraffollamento ed evasione fiscale, i finanzieri fanno “visita” a 39 case vacanza
LeccePrima è in caricamento