Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Via Agostino Codazzi

Due colpi in mezzora. Ladri fuggono con soldi, sigarette e slot machine

I malviventi, forse gli stessi, hanno messo a segno due furti nel giro di circa mezzora. Prima a Borgo Piave, dove hanno prelevato 750 euro, poi nell'area di servizio "Agip" sulla tangenziale. In entrambi i casi, sono stati forniti i modelli delle auto utilizzate. Indagini nelle mani della polizia

LECCE - Al sorgere del sole, sono scattati due furti, ai danni di altrettante tabaccherie. Intorno alle 5, infatti, mentre a Galatone veniva consumata una rapina in un’altra rivendita, i malviventi hanno preso di mira il locale al civico 5 di via Agostino Codazzi, a Borgo Piave, tra Lecce e Frigole. Il colpo è stato portato a termine nel giro di un minuto appena, poiché l’allarme si è attivato immediatamente.

I ladri hanno, infatti, forzato la serratura della porta di ingresso, e hanno avuto appena il tempo di impossessarsi del denaro. Sono fuggiti con un bottino di circa 750 euro e diverse confezioni di sigarette, lasciandosi alle spalle anche i danni arrecati agli infissi. Alcuni testimoni hanno riferito di aver notato due autovetture fuggire, ma sono riusciti a fornire soltanto uno dei due modelli agli inquirenti. Si tratterebbe di una Hyundai Y20, vista fuggire in direzione del capoluogo salentino.

Gli agenti di polizia della sezione volanti, intervenuti sul posto dopo la richiesta di una parente del titolare, la quale ha udito il segnale dell’antifurto,  sono ora sulle tracce di quel veicolo, e non escludono che la banda possa essere la stessa che, circa 25 minuti dopo, ha perpetrato un altro furto, sulla tangenziale di Lecce.

I malviventi hanno eseguito un altro furto, lanciando in retromarcia un’autovettura, station wagon di colore scuro, sulla quale sono poi ripartiti. L’episodio è accaduto ai danni della stazione di servizio “Agip”. Una volta all’interno, i ladri hanno “ripulito” il locale, appropriandosi di tre slot-machine, e di una macchina cambia soldi. Non è ancora dato conoscere l’esatto importo contenuto negli apparecchi. Il personale della questura, intervenuto anche in questo secondo episodio, ha recuperato i filmati delle videocamere, i quali dovrebbero fornire elementi più esaustivi circa il modello del veicolo descritto dai testimoni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due colpi in mezzora. Ladri fuggono con soldi, sigarette e slot machine

LeccePrima è in caricamento