Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca Via Giuseppe Garibaldi

La notte dei ladri: presi di mira tre bar, un bancomat e persino una scuola

Magro il bottino dei colpi, alcuni solo tentati, a San Cesario di Lecce, Melendugno, Caprarica e Castro: hanno portato via soltanto il contenuto di alcune slot machine e pc

I carabinieri di San Cesario di Lecce (Foto di repertorio)

SAN CESARIO DI LECCE  - Ancora furti in provincia. Diversi gli episodi avvenuti in più punti del Salento, nel corso delle ultime ore. L’ultimo, in ordine di tempo, è avvenuto a San Cesario di Lecce,  in una caffetteria della centrale piazza Garibaldi. Malviventi, servendosi di alcuni arnesi da scasso, hanno forzato la serratura del “Cincin Bar”, intorno alle 4 e un quarto, riuscendo a mettere un colpo davvero modesto: una volta all’interno, infatti, hanno portato via soltanto una slot-machine, che conteneva pochi spiccioli.

Sul posto, per le indagini, sono giunti i carabinieri della stazione locale, per eseguire i rilievi. Purtroppo, però, all’esterno non vi sono videocamere di sorveglianza, per cui non è dato sapere in quanti abbiano agito e a bordo di quale messo si siano dileguati i ladri. Ma il sospetto è che si tratti della stessa banda che, poco prima, ha colpito due attività a Melendugno. Intorno alle 2,20, infatti, tre individui incappucciati hanno eseguito un furto analogo nel “Centro Bar” di Melendugno, di fronte alla nuova villa comunale. Sono entrati nell’esercizio, e anche qui hanno asportato un solo dispositivo per il gioco elettronico, poi ritrovato svuotato nelle campagne poco distanti dai militari dell’Arma. Sono stati questi ultimi, infatti, a visionare assieme agli agenti di polizia locale i filmati del sistema di videosorveglianza. Gli “occhi elettronici” hanno immortalato tre individui, tutti incappucciati, passati in azione nella caffetteria.

Anche in questo secondo caso, il bottino è piuttosto magro. Ma non è tutto. Riscontri investigativi, infatti, avrebbero evidenziato anche un colpo tentato, e fortunatamente non portato a termine, ai danni della cassa automatica della filiale della Banca popolare pugliese, sempre a Melendugno. Il bancomat sarebbe stato danneggiato, forse nel tentativo di essere portato via. Ma saranno soltanto i fotogrammi dell’impianto di sicurezza dell’istituto credito a poterlo stabilire con certezza. Scena analoga, e quasi certamente la stessa banda in azione, anche a Caprarica di Lecce. Nella piazza centrale, infatti, i malviventi hanno fatto irruzione nella caffetteria del paese, dove hanno portato via una terza slot machine. Esattamente come negli altri episodi della notte. Indagano i carabinieri della stazione di Calimera, assieme ai colleghi della compagnia di Lecce.

I ladri, sempre nella notte, non hanno risparmiato neppure una scuola, questa volta a Castro. Sono entrati nelle aule della scuola elementare del borgo marittimo, forse sapendo già che cosa avrebbero trovato. Dopo aver frugato in cassetti, scaffali e aule informatiche, sono scappati con due videoproiettori e tre personal computer, del valore di diverse centinaia di euro. Il colpo, scoperto questa mattina dal personale scolastico, è stato immediatamente comunicato ai carabinieri della stazione di Spongano, sopraggiunti per effettuare un’ispezione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La notte dei ladri: presi di mira tre bar, un bancomat e persino una scuola

LeccePrima è in caricamento