Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Spacciava agli studenti nei viali della villa comunale

Nei guai è finito Chukwuka Obi, nigeriano 22enne. Diverse le segnalazioni di cittadini confluite in questura. Il blitz nella tarda mattinata di ieri. Stava cedendo marijuana ad alcuni studenti

vialivilla_001

LECCE - Aveva pensato bene di racimolare un po' di soldi vendendo marijuana agli studenti che affollano ogni mattina i vialetti della villa comunale, preferendoli in queste giornate ancora tiepide di fine estate ai banchi di scuola, ma la sua "attività" non è certo passata inosservata e così gli agenti di polizia dei "Nibbio", le pattuglie in moto della sezione volante, l'hanno osservato e poi incastrato quando hanno avuto la possibilità di prenderlo in flagranza.

Il fatto è avvenuto nella mattinata di ieri. Nei guai è finito Chukwuka Obi, nigeriano, 22enne, con regolare permesso di soggiorno. Che, a suo dire, in precedenza aveva dimorato presso Masseria Boncuri, nella zona di Nardò, per dedicarsi alla raccolta di angurie. L'accusa è di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente. I controlli, decisi dal questore Vincenzo Carella, sono nati su input di diverse segnalazioni di cittadini su un'attività di spaccio nel polmone verde della città. Non una novità, perché negli anni sono avvenuti diversi episodi analoghi. Nelle segnalazioni, in questo caso piuttosto circostanziate, si faceva peraltro riferimento preciso ad alcuni extracomunitari.

Ieri mattina, dunque, il blitz vero e proprio, dopo qualche giorno di osservazione. Due agenti in moto, intorno alle ore 11,45, orario in cui la villa comunale era affollata da numerosi studenti, si sono immessi sui viali interni, individuando una panchina sulla quale erano seduti tre extracomunitari, una ragazza e due giovani. Accanto a loro, due studenti, età presumibile sui 15-16 anni, con zaini in spalla, che stavano parlottando con il giovane di colore seduto esattamente al centro, per poi ricevere dalle sue mani un involucro di colore bianco.

Il momento del passaggio di mano è coinciso anche con l'intervento dei poliziotti, che hanno bloccato i tre extracomunitari. I due studenti, invece, se la sono data a gambe levate, confondendosi fra la moltitudine di altri ragazzi. Durante la perquisizione personale, addosso al nigeriano, i poliziotti hanno trovato una busta del tipo usato per la confezione di tabacchi, con cinque involucri in cellophane di colore bianco che, a loro volta, contenevano poco più di 10 grammi di marijuana.


Gli altri due stranieri, invece, addosso non avevano nulla, né nelle loro abitazione gli agenti hanno trovato stupefacente, ragion per cui sono stati lasciati andare. Chukwuka, invece, non avrebbe precisato quale sia il suo alloggio attuale, limitandosi a spiegare che nel corso dell'estate aveva lavorato nella zona di Nardò come bracciante agricolo. Dell'arresto è stata data comunicazione al pm Alessio Coccioli. Il 22enne è difeso d'ufficio dall'avvocato Francesco Maria De Giorgi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spacciava agli studenti nei viali della villa comunale

LeccePrima è in caricamento