Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Spacciava mentre era ai domiciliari, adesso deve scontare quasi tre anni

Alessandro Mazzeo, di Arnesano, aveva patteggiato nel 2016. Ora le pena diviene definitiva. Notificata dai carabinieri

ARNESANO – Deve scontare una pena residua di due anni e dieci mesi di reclusione per produzione e traffico si sostanze stupefacenti, reato aggravato dal fatto che si trovasse già ai domiciliari quando fu sorpreso.

E’ l’effetto di un patteggiamento avvenuto nel settembre del 2016. Per questo, i carabinieri della stazione di Monteroni di Lecce, ieri mattina hanno arrestato Alessandro Mazzeo, 36enne di Arnesano.

MAZZEO_Alessandro-2-2-2L’ordine è stato emesso dall’Ufficio esecuzioni penali della Procura leccese. A Mazzero i militari hanno notificato sottoposizione agli arresti domiciliari. Mazzeo fu arrestato nel giugno del 2016 dai carabinieri, ai quali non ere sfuggito il viavai sospetto nei dintorni dell’abitazione dell’uomo, nonostante fosse ai domiciliari (era stato infatti fermato nel settembre del 2014 con 300 grammi di marijuana).

Il blitz fu condotto dai carabinieri di Lecce, con il Nucleo cinofili di Modugno. Fu grazie al fiuto del cane “Indiano che i militari scovarono circa 450 grammi di marijuana, in due confezioni. Durante la perquisizione, furono trovate anche quattro piante di marijuana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spacciava mentre era ai domiciliari, adesso deve scontare quasi tre anni

LeccePrima è in caricamento