Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Spaccio di eroina e cocaina, inseguiti e fermati due giovani salentini

Alessio Viti, galatinese, sebbene solo 19enne, è una vecchia conoscenza delle forze dell'ordine. L'hanno trovato i carabinieri con 30 grammi di eroina. Stefano Garofalo, 26enne di Carmiano, aveva nascosto il grosso della cocaina in una cassetta di sicurezza

GALATINA -  A soli 19 anni deve rispondere di una grave accusa, quale quella di detenzione ai fini di spaccio di eroina. Ad arrestare Alessio Viti, galatinese, sono stati carabinieri della stazione locale. Con sé il giovane aveva circa 30 grammi di droga.

Viti, già noto per segnalazioni che riguardano, fra l’altro, furto e danneggiamento, è stato sorpreso in località Torre Pinta, sulla strada provinciale 362, a bordo della sua auto. Quando il ragazzo ha visto i carabinieri, temendo che stessero cercando proprio lui, ha effettuato una manovra repentina, forse proprio per eludere un controllo.

Praticamente, un gesto che non ha fatto altro che provocare l’effetto contrario, perché i militari, che non lo stavano affatto puntando, si sono insospettiti e si sono messi alle sue calcagna. L’inseguimento è stato davvero breve. Il giovane si trovava a bordo di un’utilitaria, e non è stato in grado di seminare la pattuglia.

mod viti alessio-2Già durante la breve corsa, agli occhi dei militari non era sfuggito un altro movimento, nell’abitacolo, come se volesse nascondere qualcosa nei pantaloni. Non in tasca, ma nella zona inguinale.

La ricerca non è stata semplice. Sembra che Viti non avesse affatto voglia di collaborare. Ma alla fine, l’oggetto sospetto è spuntato fuori. Si trovava, come immaginato, negli slip ed era un involucro di cellophane a sua volta cinque bustine termosaldate con vari pezzi di eroina da circa 6 grammi ciascuno o poco più. Droga che, tagliata, fino a ricavarne una quantità di circa 100 grammi, avrebbe fruttato almeno 2mila euro.

E sempre per spaccio, ma questa volta a Carmiano, nei guai è finito anche un altro giovane, Stefano Garofalo, 26enne. Aveva cinque dosi di cocaina. Ad arrestarlo, i carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Lecce.

Il giovane si trovava a bordo dell’autovettura di un amico, risultato estraneo e che quindi non ha patito conseguenze. Con sé, di certo, il 26enne aveva anche soldi, per oltre mille euro. La successiva perquisizione domiciliare ha permesso di ritrovare altri 30 grammi di droga, custoditi in una cassettina di sicurezza nella sua abitazione. Per lui si sono aperte le porte del carcere di Lecce. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio di eroina e cocaina, inseguiti e fermati due giovani salentini

LeccePrima è in caricamento