rotate-mobile
Droga / Campi Salentina

Spaccio di stupefacenti ed estorsioni: arrivano due condanne

E’ stato emesso il verdetto nei riguardi di un 32enne di Novoli e di un 25enne di Campi Salentina, arrestati il 26 marzo scorso, nell’ambito delle indagini condotte dalla Procura Antimafia con i carabinieri

CAMPI SALENTINA - Finirono in carcere il 26 marzo scorso, con l’accusa di far parte di un gruppo criminale dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti, in particolare cocaina e marijuana, ma anche alle estorsioni e alla violenza, aggravata dal metodo mafioso. Dei tre destinatari dell’ordinanza di custodia cautelare, per due di loro oggi si è chiuso il processo di primo grado discusso col rito abbreviato. In particolare, il giudice per l’udienza preliminare Alcide Maritati ha inflitto un anno e mezzo a Pasquale De Michele, 32enne di Novoli e sei anni e 4 mesi, più 26mila e 400 euro di multa, ad Andrea Giannone, 25enne di Campi Salentina.

Stando alle indagini condotte dalla sostituta procuratrice della Direzione distrettuale Antimafia, Giovanna Cannarile, con i carabinieri della compagnia di Campi Salentina, che avevano predisposto una serie di servizi mirati in considerazione dei numerosi episodi di spaccio, verificatisi nelle zone di Campi e Novoli, i due si sarebbero messi a servizio di Massimo Scalinci, di 45 anni. Questi, secondo l’accusa, forte dei suoi trascorsi giudiziari, avrebbe dato ordini ai primi due durante brevi incontri e destinatario dello stesso provvedimento, sarà giudicato in ordinario.

Le indagini accertarono anche la movimentazione di almeno un chilogrammo di sostanze stupefacenti al mese per un giro di affari di migliaia di euro e documentò anche pestaggi e atti intimidatori nei confronti di chi non avrebbe rispettato le imposizioni del gruppo criminale. Le perquisizioni domiciliari consentirono di recuperare e sequestrare, presso l'abitazione di Scalinci, sette involucri di marijuana da 50 grammi ciascuno, 5 grammi di cocaina e 700 euro, somma ritenuta provento di attività illecita.

Le motivazioni della sentenza saranno depositate entro novanta giorni.

Gli imputati erano difesi dagli avvocati Salvatore Rollo e Francesco Tobia Caputo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio di stupefacenti ed estorsioni: arrivano due condanne

LeccePrima è in caricamento