Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Spaccio di eroina davanti al Sert, colto in flagranza con le dosi

Nei guai un leccese 38enne, Elio De Vergori, sorpreso dai carabinieri del nucleo operativo nei pressi della struttura di cura dalle tossicodipendenze che sorge nella zona della Torre del Parco. Notata la cessione ad una ragazza

Foto di Antonio Quarta per LeccePrima (tutti i diritti riservati).

 

LECCE – Spaccio di sostanze stupefacenti, e per giunta davanti al Sert, sfruttando le debolezze di chi era in cura. Nei guai è finito un leccese 38enne, Elio De Vergori, sorpreso dai carabinieri del nucleo operativo nei pressi della struttura di cura dalle tossicodipendenze che sorge nella zona della Torre del Parco.

De Vergori, nella rete dei militari, non c’è ovviamente finito per caso; era tenuto sotto stretta osservazione da diversi giorni, proprio perché tra i sospettati di far circolare eroina fra altre persone in cura presso la struttura. L’uomo, nel primo pomeriggio di ieri, è stato letteralmente sorpreso con le mani nel sacco, come si suol dire, ovvero, mentre cedeva una dose di eroina ad una ragazza, tranquillamente, alla luce del sole, e in mezzo alla via, non considerando neanche il passaggio di automobilisti.

Elio De Vergori-2-2I sospetti dei carabinieri, dunque, sembra che fossero fondati. La ragazza che stava acquistando una dose, aveva un passato da tossicodipendente. Le successive attività d’indagine non hanno fatto altro che confermare il rapido passaggio di mani, visto chiaramente dai militari. Tre le dosi di eroina trovate nella tasca del 38enne ed un’alta, identica per modalità di confezionamento, sulla ragazza, che è stata segnalata alla Prefettura come assuntrice. Inevitabile, invece, per De Vergori, l’arresto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio di eroina davanti al Sert, colto in flagranza con le dosi

LeccePrima è in caricamento