Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca San Donato di Lecce

Sparano a tortore protette, tre cacciatori nei guai

Due uomini di San Donato e uno di Gallipoli sono stati sorpresi dagli agenti della forestale con tortore dal collare, specie per la quale la caccia è proibita. Le armi sono state poste sotto sequestro

tortora+07[1].09.08+004

Hanno sparato a due esemplari di tortora dal collare, specie nei cui confronti la caccia non è consentita. Si tratta infatti di uccelli protetti, che due cacciatori di San Donato di Lecce hanno abbattuto in località Madonna della Ciciola, nei dintorni del loro comune di residenza. I due sono però stati sorpresi con la cacciagione da alcuni agenti della sezione di Lecce del corpo forestale dello Stato. Nei loro confronti è scattata la denuncia all'autorità giudiziaria. Insieme alla selvaggina, la forestale ha sequestrato i loro fucili: un semiautomatico di marca Benelli e l'altro di marca Beretta.

Fatto analogo è avvenuto ad Alezio, dove in azione è entrato il personale del comando Stazione di Gallipoli. Nei pressi del distributore di carburanti Basile gli agenti delle forestale hanno scovato e denunciato un cacciatore gallipolino, per aver abbattuto anch'esso selvaggina protetta (anche in questo caso una tortora dal collare). Sequestrata l'arma, un semiautomatico calibro 12 di marca Benelli. I provvedimenti s'inseriscono nell'ambito dei servizi di vigilanza venatoria predisposti in concomitanza con l'apertura della stagione della caccia su tutto il territorio salentino

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sparano a tortore protette, tre cacciatori nei guai

LeccePrima è in caricamento