Cronaca

Sparò tre colpi di pistola all'amico, in appello condanna scende a sei anni

E' il verdetto nel processo d'appello per Daniele Tramacere, 34 anni, di Veglie, arrestato nel febbraio di due anni fa. In primo grado gli erano stati inflitti otto anni

LECCCE - Da otto anni di reclusione è scesa a sei la condanna per Daniele Tramacere, 34 anni, di Veglie, accusato del tentato omicidio dell'amico Francesco Cacciatore, 30, ex guardia giurata. L'imputato (assistito dall'avvocato Antonio Savoia) è riuscito ad ottenere uno sconto nel processo d'appello che si è concluso questa mattina dinanzi al collegio composto dal presidente Vincenzo Scardia e dai giudici Nicola Lariccia e Antonio Del Coco.

L'episodio finito al vaglio della Corte risale al febbraio di due anni fa e si concluse con l'arresto del 34enne. Questi, secondo l'accusa, raggiunse insieme con Cacciatore una zona di campagna per provare la pistola che avrebbe voluto acquistare da quest'ultimo. Ma, qui, i due amici litigarono e dall'arma partirono nove colpi, tre dei quali ferirono Cacciatore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sparò tre colpi di pistola all'amico, in appello condanna scende a sei anni

LeccePrima è in caricamento