Pacco bomba vicino alla Posta? Macché, spazzatura. “E ora se la riprenda”

A Galatina notte travagliata. Gli artificieri hanno scoperto che un soggetto, poi identificato, aveva "conferito" a modo proprio

GALATINA – “Si riprenda la spazzatura e la conferisca come si deve. Grazie”. Il proprietario della monnezza deve aver sgranato gli occhi, quando ha visto i carabinieri bussare alla porta di casa, con il sacchetto in mano. Non sapeva, ancora, di aver provocato un vero trambusto, fatto scattare protocolli al limite del rischio terroristico, avviato una catena di segnalazioni che ha portato fino al Comando provinciale dell'Arma. Perché di questi tempi un pacco sospetto fa sempre paura. Specie se si venga a trovare vicino a un punto sensibile. Per esempio, davanti a un ufficio postale.  

E’ successo a tarda ora a Galatina. Poco dopo mezzanotte i carabinieri della stazione locale sono stati chiamati da un addetto alla vigilanza. Proprio nei pressi dell’ingresso dell’ufficio postale di Galatina Centro c’era un pacco sospetto. Essendo in quel momento i militari galatinesi impegnati su un altro fronte, sul posto s’è dovuta recare un’altra pattuglia. La più vicina alla zona era quella della tenenza di Copertino.

I militari copertinesi hanno accertato la presenza del plico, costituito da uno scatolone in cartone sigillato con del nastro adesivo da imballaggio, senza alcun segno distintivo, e così hanno avvisato la compagnia di Gallipoli, da cui dipendono. Quest’ultima, a sua volta, ha preso atto della segnalazione e ha attivato il personale artificiere del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Lecce.  

Sul posto, quando ormai era notte fonda, è così intervenuto il personale specializzato che, secondo i protocolli d’intervento, ha appurato come si trattasse semplicemente di uno scatolone contenente spazzatura destinata alla raccolta differenziata. Il ritiro sarebbe avvenuto nella notte, ma, di certo, la spazzatura non era imballata in maniera conforme. E il posizionamento a dir poco anomalo, proprio all’ingresso dell’ufficio postale, non ha fatto altro che contribuire ad aumentare la percezione del rischio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I militari, alla fine, hanno rintracciato e identificato il “proprietario” dei rifiuti, che abita proprio nei pressi. L’hanno “invitato” a riprendere la spazzatura in casa. E ad avere comportamenti più consoni.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento