Cronaca

Spazzatura persino negli uffici. Sequestrato impianto

I carabinieri del Noe di Lecce hanno sequestrato un intero impianto di stoccaggio di rifiuti a Morciano di Leuca. Resti maleodoranti, bottiglie e materiale di risulta stipati anche nei locali interni

16092011700

MORCIANO DI LEUCA - Nuove modalità di stoccaggio dei rifiuti si fanno strada. Contenitori di cartone destinati agli imballaggi, avanzi di potatura e bottiglie in vetro. E ancora, cassoni di ampio volume- generalmente utilizzati per i rifiuti industriali assieme a pneumatici. Non si tratta purtroppo del deposito di un grossista, piuttosto di un suq del trash che i carabinieri del nucleo operativo ecologico di Lecce, si sono ritrovati di fronte dopo una serie di accurate indagini avviate da tempo assieme ai colleghi della stazione di Salve.

Lo scenario raccapricciante era quello della vicina Morciano di Leuca, dove un'ampia area di circa 3mila metri quadri è finita inevitabilmente sotto sequestro preventivo d'urgenza, per un valore complessivo che ammonta a circa 600 mila euro. L'azienda proprietaria, operante nel settore del recupero e della messa in riserva di rifiuti non pericolosi è la stessa impresa incaricata della raccolta dei rifiuti solidi urbani su tutto il territorio del comune di Salve.

Gli addetti all'impianto, che include numerosi capannoni e ambienti adibiti ad uffici all'interno, hanno pensato bene di depositare e custodire i rifiuti speciali non pericolosi (come quelli solidi urbani maleodoranti o i resti inerti di demolizioni edili) direttamente nei locali interni.


Accertato che l'ammasso di spazzatura era stato stoccato su siti privi di autorizzazione, su terreni adiacenti alla struttura e negli uffici, i militari hanno segnalato alla Procura della Repubblica di Lecce il legale rappresentante della società, ritenuto responsabile d'ipotesi di reato che riguardano lo stoccaggio di rifiuti in aree prive del permesso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spazzatura persino negli uffici. Sequestrato impianto

LeccePrima è in caricamento