Cronaca

Parte “Speed marathon”: la Polstrada dichiara guerra alla velocità

Giovedì 21 aprile, nel Salento, controlli a tappeto su tutte le principali vie di comunicazione

La Polstrada nel Salento (Foto di archivio)

LECCE - Al via la “Speed Marathon”, l’iniziativa europea di sensibilizzazione contro l’eccesso di velocità cui ha aderito la polizia stradale italiana, promossa dal network europeo “Tispol”. Si svolgerà anche a Lecce, giovedì prossimo, e sarà una giornata di controlli a tappeto che vedrà impegnate le pattuglie su tutte le principali strade del Salento. L’obiettivo della maratona contro gli eccessi di velocità è quello di incrementare i livelli di sicurezza sulle strade e ridurre il numero di vittime da incidente stradale. Nel 2014, le vittime di incidenti stradali in Europa sono state quasi 25mila e 700 nella, a fronte delle 26mila e 20 del 2013. Nel confronto fra il 2014 ed il 2010 i decessi si riducono del 18 per cento a livello europeo, del 17,8 in Italia.

Ogni milione di abitanti, nel 2014, ci sono stati 55,6 morti nel nostro Paese. Nella graduatoria europea l’Italia si colloca al 15esimo posto, dietro Regno Unito, Spagna, Germania e Francia, secondo i dati forniti da Aci-Istat. In Italia, come nel resto d’Europa, la velocità è una delle principali cause di incidente stradale, insieme al mancato rispetto delle regole di precedenza e alla guida distratta. Nel corso del 2015, in Italia, la Polizia Stradale ha rilevato 670mila 579 infrazioni per eccesso di velocità.

Sul sito www.poliziadistato.it è pubblicata la lista delle tratte ove sono attivi i servizi di controllo della velocità tramite misuratori elettronici. L’iniziativa si colloca nell’ambito delle azioni di sensibilizzazione promosse dall’Unione Europea per la decade 2011-2020 con l’obiettivo di dimezzare il numero di decessi da incidenti stradali e diminuire il numero dei feriti gravi in Europa e nel mondo. Giovedì 21 aprile, quindi, le pattuglie della polizia stradale effettueranno nella provincia di Lecce specifici servizi finalizzati ad accertare il rispetto dei limiti di velocità, attraverso l’impiego degli strumenti elettronici a disposizione come Telelaser, Autovelox, ProVida, e il controllo degli strumenti cronotachigrafo installati sui mezzi di trasporto pesanti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parte “Speed marathon”: la Polstrada dichiara guerra alla velocità

LeccePrima è in caricamento