Cronaca

Spettacolo a San Foca: tartarughe marine reinserite in habitat naturale

Otto esemplari, appartenenti alla specie Caretta caretta, curati presso il centro recupero tartarughe marine dell'osservatorio faunistico della Provincia di Lecce "Museo di Calimera", liberati in mare presso il ido Fontanelle

Foto di Stefano Converti

San Foca (MELENDUGNO) - Otto esemplari di tartaruga marina, appartenenti alla specie Caretta caretta, curati presso il Centro recupero tartarughe marine dell’osservatorio faunistico della Provincia di Lecce “Museo di Calimera”, sono stati reinseriti in habitat naturale, ieri presso la spiaggia di San Foca, sul Lido Fontanelle.

Si tratta di T.Ins, Nina, Castro, Iris, Otra, Capilungo, Bisesto e Adamo: si tratta di animali di dimensioni ed età differenti recuperati in difficoltà nei mesi scorsi lungo le coste salentine. Alcuni come Castro presentavano lesioni a pinne e carapace dovute a impatto con natanti, altri come T.Ins. sono state raccolti in mare in grave difficoltà, altri ancora come la giovanissima (1,290 kg di peso) e sfortunata Bisesto sono stati ricoverati in preda a grave assideramento.

Gli esemplari sono stati recuperati grazie alla rete TartaSalento, che nasce dalla sinergica collaborazione dell’osservatorio faunistico provinciale di Lecce, del museo di storia naturale del Salento, della Lega navale italiana - circoscrizione Puglia Sud e Basilicata Jonica e della cooperativa Hydra. Le attività di salvataggio, recupero e reinserimento degli animali sono realizzate in collaborazione con la stazione zoologica “Anton Dohrn”, il corpo forestale dello Stato, la Capitaneria di porto, la polizia provinciale, il medico Giorgio Cataldini, il servizio veterinario Asl – Lecce, i Rangers d’Italia (sezione di Lecce).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spettacolo a San Foca: tartarughe marine reinserite in habitat naturale

LeccePrima è in caricamento