Cronaca

“Spiagge pulite, il nostro biglietto da visita”. Un’idea per destagionalizzare

Singolare iniziativa, promossa da alcuni imprenditori locali, che intende favorire la pulizia dei litorali salentini: il progetto aperto ai volontari prevede diverse fasi, che verranno specificate nelle prossime settimane

LECCE - "Spiagge pulite: il nostro biglietto da visita". È questo il nome di una singolare iniziativa, nata dall’idea di due imprenditori salentini del mercato immobiliare e turistico locale (sia Ionio che Adriatico) e da un altro soggetto, che con loro, ha collaborato: si tratta di Marcello Mariano, Marco Dell'Anna, Antonio Gaetani. Il principio che ispira è quello di un’organizzazione dal basso, per favorire la pulizia dei litorali salentini.

Come nasce l'idea? Nei viaggi degli imprenditori in diverse mete internazionali quali Fuerteventura e Lanzarote (Canarie), 'Cancun' e Playa Del Carmen (Messico), Mauritius, Santo Domingo, hanno sempre trovato numerose spiagge libere, estremamente pulite e curate. Nell’esperienza sul territorio salentino, gli imprenditori, confrontandosi con i turisti stranieri, hanno raccolto lamentele riguardanti la spiaggia libera, spesso sporca e mal tenuta.

Si sente spesso parlare di possibile destagionalizzazione nel Salento, ma affinché gli imprenditori possano investire, hanno necessità di requisiti di base, come, appunto, le spiagge libere pulite. Da qui parte l’idea di un fattivo contributo alla pulizia dei litorali.

Gli sviluppi dell’iniziativa saranno costantemente aggiornati (sul sito www.CaseSalento.com/spiagge-pulite-nostro-biglietto-visita.aspx ), col messaggio “Spiagge pulite: il nostro biglietto da visita”, che apparirà su diversi siti web, che la sostengono, tramite banner. Inoltre, l’intenzione è quella di una segnaletica specifica presso le strutture che aderiranno. A chi verrà affidata la pulizia effettiva delle spiagge e perché? Alle associazioni di volontariato, per cui sono previsti da parte degli imprenditori e dei soggetti che beneficiano di un aumento turistico dei compensi per il lavoro svolto, il tempo e per gli spostamenti che saranno affrontati, secondo le modalità che verranno indicate negli specifici spazi di resoconto dell’iniziativa.

Il progetto di pulizia ha delle tappe fisse che si stanno strutturando e sulle quali verranno fornite ulteriori informazioni a gennaio. Tra i soggetti che hanno già dato la propria adesione, ci sono Salento Sailing, Antonio Turi di Olio Turi, Liberamente (periodico dello Ionio), oltre a vari spazi di informazione. Se l’idea dovesse raccogliere una importante partecipazione, gli organizzatori si dicono disposti ad allargare questa esperienza anche ad altre forme ed esigenze.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Spiagge pulite, il nostro biglietto da visita”. Un’idea per destagionalizzare

LeccePrima è in caricamento