Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Spiaggiabella, l'Aqp riconosce l'errore sulle fatture

L'Aquedotto pugliese aveva richiesto ai residenti della marina di pagare le spese per il servizio fognante, nonostante l'assenza dell'allaccio. La marcia indietro dopo una diffida del Codacons

Ora le acque sono meno agitate, nelle marine leccesi. L'Acquedotto pugliese fa un inchino e chiede scusa ai residenti. Alla base della vicenda, un braccio di ferro fra gli abitanti di Spiaggiabella e l'Aqp, terminato con una chiamata in causa del Codacons. Oggetto della disputa: la richiesta a molti utenti del servizio idrico di versare, oltre alle spese di consumo dell'acqua, anche quelle di depurazione e fognatura. E questo, nonostante l'allaccio al servizio di fognatura ancora non sia avvenuto.


Una diffida del Codacons di Lecce, firmata dall'avvocato Piero Mongelli, ha però fatto fare marcia indietro all'ente, che ha ammesso l'errore, comunicando che provvederà all'immediata bonifica dei dati ed alla restituzione di quanto richiesto. Nei prossimi giorni, dunque, gli utenti interessati dalla vicenda riceveranno una lettera direttamente dall'Aqp in cui saranno fornite informazioni su come materialmente avverrà il rimborso di quanto pagato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spiaggiabella, l'Aqp riconosce l'errore sulle fatture

LeccePrima è in caricamento