menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spiana la roccia in una zona protetta e crea una strada verso il terreno

Nei dintorni di Alliste denunciato un gallipolino. Usati mezzi meccanici e materiale di risulta di ogni genere, anche plastico

ALLISTE  - Opere edilizie e trasformazione del territorio in un’area sottoposta a vincolo paesaggistico senza autorizzazioni, gestione illecita di rifiuti e distruzione o deturpamento di bellezze naturali. Sono le contestazioni mosse a carico di S.F., 73enne originario di Pomigliano d’Arco, in provincia di Napoli, e residente a Gallipoli.

Le opere in questioni stavano venendo su in località “Perni”, zona agricola di tutela dell’ambito della Serra, in agro di Alliste. Il controllo è stato svolto dai carabinieri forestali di Gallipoli.

Al momento del sopralluogo, i militari hanno accertato l’apertura di una nuova strada di 80 metri circa di lunghezza e 5 circa di larghezza. Doveva essere utilizzata come accesso al terreno. Era stata realizzata con mezzi meccanici, rimuovendo la roccia affiorante e livellandola con l’apporto di materiale tufaceo e di risulta composto da rifiuti speciali non pericolosi, tra cui mattoni di cemento, piastrelle, materiali di plastica e ferro.
In un’altra zona del terreno era poi stato depositato ulteriore materiale edile di risulta composto da rifiuti speciali non pericolosi, privo di protezione e abbandonato su un’area di 50 metri quadrati circa. All’interno, inoltre, è stato riscontrato lo smantellamento di una parte di un muretto a secco di confine per una lunghezza di 20 metri circa. L’intero terreno è stato sequestratp e il proprietario veniva identificato e denunciato all’autorità giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento