Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Gallipoli

Spiana viale su area protetta: denunciato imprenditore

Gallipoli, il responsabile avrebbe effettuato opere di trasformazione del territorio consistenti in lavori di spianamento e livellamento di un terreno roccioso, mediante l'utilizzo di mezzi meccanici

Immagine_154

GALLIPOLI - L'area ricade nel Parco Regionale "Isola di Sant'Andrea - Litorale Punta Pizzo", motivo per cui è quindi vincolata ad ogni sorta di edificazione e trasformazione del paesaggio. Eppure qualcuno, stando a quanto verificato dagli agenti della Forestale di Gallipoli, non avrebbe rispetto le regole, beccandosi poi una denuncia.

Si tratta del committente dei lavori nonché responsabile legale della società turistica proprietaria del terreno, un uomo leccese ma residente a Gallipoli, il quale, stando sempre a quanto accertato dalla Forestale, avrebbe effettuato opere di trasformazione del territorio consistenti in lavori di spianamento e livellamento di un terreno roccioso, mediante l'utilizzo di mezzi meccanici. Non solo, per rendere poi praticabile la strada, avrebbe utilizzato anche materiale misto cava proveniente da altri siti, il tutto per un'area di oltre 2100 metri quadrati.


Inoltre avrebbe anche posizionato sul terreno lunghe tubazioni in Pvc per l'irrigazione, creando il viale di accesso di 80 metri in lunghezza e 3 metri di larghezza, il tutto in una area posta a vincolo paesaggistico e ricadente all'interno del parco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spiana viale su area protetta: denunciato imprenditore

LeccePrima è in caricamento