Due auto in fiamme di notte e principio d'incendio in una lavanderia

A Squinzano i veicoli sono andati completamente distrutti. Erano parcheggiati in via Roma. A Veglie, invece, un vigilante si è accorto del fumo proveniente dall'attività commerciale. Rogo subito spento. All'origine un cortocircuito

L'ingresso della lavanderia di Veglie.

LECCE – Due auto in fiamme nella tarda serata di ieri, più un principio d’incendio in una lavanderia. I due episodi sono accaduti nel nord Salento e hanno impegnato severamente i vigili del fuoco. Specie il primo, verificatosi a Squinzano, in via Roma, dove, per cause in fase d’accertamento, poco prima di mezzanotte, una vettura ha preso fuoco, coinvolgendone un’altra, parcheggiata accanto. E in breve entrambi i veicoli sono stati divorati dalle fiamme. Gli operatori non hanno potuto fare altro che spegnere il rogo, ma le autovetture sono andate distrutte. Sul posto, per gli accertamenti, i carabinieri della compagnia di Campi Salentina e della stazione locale. Al momento non si conoscono le cause e il dolo non si può escludere.  

Dovrebbe invece essere del tutto accidentale, dovuto a un cortocircuito, un altro incendio, per fortuna subito stroncato, che si è sviluppato all’alba di oggi all’interno di una lavanderia di Veglie, in piazza della Costituzione. Erano circa le 6,30 del mattino e l’attività era in procinto di essere aperta, quando un vigilante di Ggs La Velialpol si è accorto del fumo che proveniva dalla parte retrostante. L’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Veglie è stato tempestivo e il rogo subito stroncato, con un danno limitato, tanto che la lavanderia, questa mattina, è regolarmente aperta.

A quanto pare, tutto innescato dalle batterie di una lampada d’emergenza che potrebbero aver generato combustione con qualche materiale lì vicino, come ammoniaca. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione locale che hanno svolto verifiche, non rilevando segni d’effrazione né sull’ingresso principale, né in quello sul retro. Vi sono comunque videocamere per chiarire eventuali dubbi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

Torna su
LeccePrima è in caricamento