Stalking alla ex, l’agente di penitenziaria torna in libertà e chiede di patteggiare

Dopo quasi quattro mesi di domiciliari, il Tribunale del Riesame ha revocato la misura, imponendo al 48enne il divieto di avvicinamento alla donna

LECCE - Ha ottenuto la libertà l’agente di polizia penitenziaria arrestato il 28 settembre scorso con l’accusa di aver perseguitato la ex moglie sin dal momento della separazione avvenuta nel 2014. Il Tribunale del Riesame, presieduto dal giudice Carlo Cazzella, ha revocato la misura alleggerendola in quella del divieto di avvicinamento e di comunicazione con la persona offesa.

Ma la partita più importante il 48enne di un comune della Grecia salentina (del quale omettiamo le generalità per tutelare la privacy della sua famiglia) dovrà affrontarla il 25 marzo quando proverà a patteggiare un anno e quattro mesi, col beneficio della pena sospesa.

L’istanza - presentata in seguito al decreto di giudizio immediato (quindi senza il passaggio dell’udienza preliminare) con il quale era stato fissato per febbraio l’inizio del processo - sarà avanzata dall’avvocato Diego Cisternino al gup Cinzia Vergine. E proprio alla luce di questa richiesta, rispetto alla quale c’è il parere favorevole della Procura, che il legale aveva chiesto la revoca o, in subordine, l’attenuazione della misura al giudice. Il mancato accoglimento aveva poi determinato l’appello discusso e accolto oggi dal Riesame.

Secondo l’accusa, l’uomo non si sarebbe rassegnato alla fine della relazione arrivando così a compiere gesti inconsulti, appostamenti, pedinamenti e insulti al telefono e per strada, tali da costringere la donna a modificare le proprie abitudini di vita come quella di cambiare l’auto e tenerla in un luogo nascosto per non essere inseguita. Ma quello che più spaventava la signora sarebbe stata la disponibilità da parte dell’ex, essendo un agente, della pistola d’ordinanza. L’arma fu poi sequestrata al momento dell’arresto su disposizione del gip Giovanni Gallo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La persona offesa è assistita dall’avvocato Francesco Vergine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza di 22 anni trovata morta in appartamento: è mistero

  • "La moneta da 1 euro non c'è più nel carrello". E lui chiama la polizia

  • Infezione da Covid-19: sono 56 i casi positivi nel Salento, 6 a Lecce

  • Cade dagli scogli in un punto impervio, ferito recuperato con l'elicottero

  • Tragedia in ospedale: si lancia dal quarto piano, muore donna 73enne

  • Covid, quattro casi e un decesso nel Leccese. Movida: controlli straordinari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento